Girone C: il Catania tenta il colpo

marotta.jpg
Marotta proverà a scardinare la difesa della Juve Stabia nel big-match in calendario al “Massimino” (Foto Giuseppe Scialla)

Al “Massimino” arriva la capolista Juve Stabia: occasione unica per gli etnei

Per la gloria e per la storia. Ma anche per provare a riaprire una lotta per la promozione che al momento appare “segnata” in favore della capolista. Catania-Juve Stabia (fischio d’inizio alle ore 14,30) è la “partitissima” della trentunesima giornata in programma domenica e, sotto certi aspetti, vale mezzo campionato. Mezzo, non tutto. Per gli etnei rappresenterebbe una vittoria di prestigio contro la squadra imbattuta ormai da ventotto partite: i rossazzurri hanno la possibilità di portarsi a sei punti dagli stabiesi e provare ad alzare la “voce” nelle ultime giornate della stagione. Da un lato la Juve Stabia che nelle ultime cinque giornate ha ottenuto solo una vittoria e ben quattro pareggi. L’ultimo contro la Cavese ha fatto emergere i problemi di una difesa diventata “ballerina” anche a causa delle tante assenze e delle soluzioni di ripiego. Fuori per infortunio Allievi, Marzorati e Vitiello. Quello che era un solidissimo “bunker” si è trasformato, di colpo, un “colabrodo”. Dall’altra parte “scalpitano” Di Piazza e Marotta, eroi dell’ultimo successo ottenuto al “Ceravolo” di Catanzaro, e con loro l’intero “Massimino” pronto a fornire il suo apporto in termini di tifo e calore.

Da un’altra parte (e stesso orario) ancora il Trapani: due occhi al “Fanuzzi” di Brindisi e le orecchie rivolte alla gara di Catania. Per i granata il confronto (tutt’altro che semplice) contro una Virtus Francavilla che, dopo tante difficoltà, sembra aver trovato finalmente la “quadratura del cerchio” ed ora punta apertamente ad una posizione “play-off”. Fatto sta che la formazione di Italiano in caso di successo e contemporaneo stop della Juve Stabia potrebbe ritrovarsi clamorosamente in vetta alla graduatoria nel pomeriggio di domenica sia pure con una gara in meno da disputare. Traguardo troppo importante per poter “balbettare” contro la formazione di Trocini.

Dopo le due “portate” (o partite) principali, tutto il resto del turno è un abbondante “contorno” a cominciare dal mancato derby lucano Matera-Potenza: 0-3 per i rossoblù e seconda vittoria stagionale “a tavolino” per i potentini con i biancoazzurri. La prima lo scorso mese di agosto in Coppa Italia per l’irregolare posizione del portiere materano Ioime, passato poi nelle ultime fasi del mercato proprio nelle fila del Potenza.

Si gioca, quindi, per i “play-off” a cominciare da Casertana-Viterbese e continuando con Sicula Leonzio-Monopoli e l’altro derby calabrese Vibonese-Rende. Qualcuna otterrà l’obiettivo e qualche altra no. Dentro ci sarà sicuramente il Catanzaro di scena allo “Scopigno” di Rieti e voglioso di riscattare l’inopinato stop interno dell’ultimo turno col Catania.

In fondo alla classifica voglia “di non farsi male” in Bisceglie-Siracusa. L’esclusione del Matera ed il campionato modesto in termini di risultati della Paganese “rischiano” seriamente di salvare due squadre che, alla vigilia della stagione, erano delle serie candidate ai “play-out”. Al “Simonetta Lamberti” di Cava de’ Tirreni di scena Cavese-Paganese. Ai metelliani il compito di affossare definitivamente una formazione azzurrostellata che, reduce da tre pareggi consecutivi, prova a concludere la stagione all’insegna della “dignità”. E’ pur sempre un derby, ma la Cavese vista all’opera nelle ultime uscite non dovrebbe avere problemi a sbarazzarsi dei “cugini”. Questo il programma completo del turno.

BISCEGLIE – SIRACUSA – Arbitro: Garofalo di Torre del Greco – ore 14,30

CASERTANA – VITERBESE – Arbitro: Tremolada di Monza – ore 14,30

CAVESE – PAGANESE – Arbitro: Repace di Perugia – ore 14,30

CATANIA – JUVE STABIA – Arbitro: Sozza di Seregno – ore 14,30

MATERA – POTENZA 0-3 a tavolino

RIETI – CATANZAROArbitro: De Angeli di Abbiategrasso – ore 14,30

SICULA LEONZIO – MONOPOLI – Arbitro: Pascarella di Nocera Inferiore – ore 14,30

VIBONESE – RENDE – Arbitro: Cudini di Fermo – ore 18,30

VIRTUS FRANCAVILLA – TRAPANI – Arbitro: Santoro di Messina – ore 14,30

riposa – Reggina

Classifica: Juve Stabia 63; Trapani 61; Catania 54; Catanzaro 51; Casertana, Monopoli 40; Potenza 39; Vibonese, Virtus Francavilla 37; Cavese, Rende, Viterbese 36; Sicula Leonzio 35; Reggina 33; Bisceglie 27; Rieti, Siracusa 25; Paganese 12; Matera -18.

  • un punto di penalizzazione per Juve Stabia, Rende, Siracusa, Trapani; 
  • due punti di penalizzazione per Monopoli;
  • otto punti di penalizzazione per Reggina;
  • trentaquattro punti di penalizzazione per Matera

Redazione