1996: l’unico precedente con la Viterbese

casertana 1996 1997.jpg
Una delle formazioni schierate dalla Casertana nella stagione di C2 1996-1997

Successo di misura della Casertana firmato da Carosella

Un gol desiderato, voluto a tutti i costi, rincorso sin dalla sua prima apparizione in rossoblù. E’ arrivato proprio nella domenica più delicata della stagione considerato che la spada di Damocle che pendeva sul capo di Tobia e di qualche calciatore. Luigi Carosella, alla sua prima marcatura con la Casertana e nei professionisti, col suo colpo di testa vincente, oltre a diventare l’eroe della giornata, ha contribuito ad incanalare sul giusto binario una partita che sul piano del gioco stava vedendo una netta supremazia della Viterbese. Dagli spalti del Pinto già piovevano i fischi e le prime contestazioni del pubblico, spazientitosi per la deludente prima mezz’ora di gioco della Casertana. Correva il 36′ quando sulle conseguenze di un calcio d’angolo di Vastola, un’uscita difettosa di Onorati consentiva a Grava di fornire con un colpo di testa un assist a Carosella, lesto poi a realizzare il gol-vittoria. Un gol che cambiava il volto della partita. Per la Casertana, che poi ha disputato gli ultimi venti minuti in dieci per l’espulsione di Erra per doppia ammonizione, era un’autentica liberazione. Proprio l’handicap dell’inferiorità numerica e l’incipiente ostilità del pubblico (i cori di incoraggiamento degli ultras hanno preso il via solo intorno alla mezz’ora) rendevano più ardua l’impresa di centrare l’obiettivo dei tre punti. Da elogiare, quindi, è soprattutto la prova di carattere dei falchetti che sono riusciti nell’intento di aggiudicarsi l’incontro. Un’altra nota positiva è il non aver incassato gol. E’ la prima volta che accade nel corso della stagione. Un dato interessante che si registra proprio nel giorno in cui Tobia ha potuto disporre dell’intero parco-centrocampisti, anche se con un rientrante Iacobelli non al top della condizione.

Partenza sofferta per la Casertana. Nei venti minuti iniziali la Viterbese metteva a dura prova la difesa rossoblù, che si ripresentava con la coppia centrale Erra-Nusco, e le coronarie dei tifosi. Il tandem Martinetti-Balducci, supportato da Ettori e Guernier (quest’ultimo ha avuto vita facile lungo l’out sinistro rossoblù) creava seri grattacapi a Nusco e compagni. Provvidenziali risultavano gli interventi di Visconti che sventava dapprima una punizione (13′) e poi bloccava con qualche difficoltà un colpo di testa ravvicinato di Martinetti (15′). La Casertana non trovava spazi lungo le corsie esterne e nella trequarti di campo laziale dove Massaro e Carosella erano in evidente difficoltà. Lo scossone arrivava solo dopo il 30′ dopo che Moretti sfiorava il palo con un calcio di punizione. Era il preludio al gol di Carosella giunto sei minuti dopo. I ruoli, a quel punto, mutavano. La Casertana avanzava il baricentro del gioco, Vastola guadagnava metri, così come la coppia Carosella-Massaro. E proprio quest’ultimo al 45′ da venti metri sfiorava il palo.

Nella ripresa i padroni di casa tardavano a prendere le misure concedendo spazio agli ospiti. Nei minuti iniziali la difesa rossoblù era in difficoltà ed i laziali, spesso e volentieri, arrivavano in zona tiro. Ma dopo lo sbandamento iniziale la Casertana riusciva a neutralizzare gli avversari chiudendosi a riccio e pronta a ripartire in contropiede con Massaro e Carosella (l’attaccante al 58′ sprecava una buona occasione per raddoppiare) supportati dal fantasista Vastola. L’espulsione di Erra complicava la vita a Tobia che rinunciava subito a Carosella per inserire Raimondo. Le risposte di Morrone non sortivano l’effetto sperato. L’unico brivido per i falchetti giungeva al 94′ con un tiro di Ettori che sfiorava di un soffio l’incrocio dei pali. Ed alla fine i fischi si trasformavano in applausi.

Serie C2 – stagione 1996-1997 – 7a giornata – 13.10.1996

CASERTANA – VITERBESE 1-0

Casertana: Visconti, Scagliarini, Moretti, Grava, Nusco, Erra, Massaro (Valentino 88’), Sacco, Carosella (Raimondo 70’), Vastola, Iacobelli (Ferrara 63’). A disp. Sapone, Rulli, Vitaglione, Bianco. All. Tobia

Viterbese: Onorati, Perna, Barbanelli (D’Alessio 72’), Nardecchia, Giuliano (Pazzaglia 61’), Parlato, Guernier, Foschi, Martinetti, Balducci, Ettori. A disp. Visentin, Bernardini, Di Bisceglia, Martini, Tamburro. All. Morrone

Arbitro: Bertini di Arezzo

Rete: Carosella (C) 36’

Ammoniti: Sacco, Iacobelli, Raimondo (C); Perna, Giuliano, Parlato (V)

Espulso: Erra (C) 69′ per doppia ammonizione

(Andrea Ferraro – Il Mattino – edizione del 14 ottobre 1996)