La storia dei confronti Trapani-Casertana

116.jpg
Nino Gravina, autore del gol della prima vittoria della Casertana a Trapani nel 1958-1959

Domenica prossima sarà la ventunesima volta in cui le due formazioni si trovano di fronte sul terreno di gioco siciliano

Quello in programma domenica tra Trapani e Casertana è il ventunesimo confronto in Sicilia tra le due formazioni. Il primo risale al campionato di IV serie 1954-1955 e precisamente al 24 ottobre 1954: 2-1 il risultato finale in favore dei padroni di casa grazie alla realizzazione decisiva di Vigalio (dopo il vantaggio di Trevisan ed il pari ottenuto con una autorete di Fontana) a cinque minuti dallo scadere.

Le due compagini continuano ad affrontarsi con continuità per tutto il resto degli anni Cinquanta. Nel 1955-1956 altro successo trapanese (1-0 con rete di Calò all’86’) che continua la serie positiva pure nel 1956-1957 (2-1 ancora con Calò a segno insieme ad una autorete di Zucchini prima che Calzolari accorci le distanze) e nel 1957-1958 (2-0, a segno Ferrante e Zucchinali). Dopo quattro vittorie di fila dei granata nel campionato di serie C 1958-1959 giunge il primo successo della Casertana: 1-0 per i falchetti grazie alla marcatura di Nino Gravina ad un quarto d’ora dallo scadere. E’ il 10 ottobre 1958. La serie di confronti degli anni Cinquanta si chiude nella stagione 1959-1960: 4-2 per il Trapani dove alla Casertana non basta la doppietta di Cacciavillani contro le realizzazioni di Magheri, Visentin, Zucchinali ed ancora Magheri.

Salto in avanti di qualche stagione ed arrivano le sfide tra granata e rossoblù degli anni Sessanta dove la Casertana inverte il “trend” di risultati. Il primo pareggio nel campionato di serie C 1963-1964: l’incontro termina col risultato di 1-1 con vantaggio ospite di Teneggi e pareggio siglato da Bellemo. Ancora un pari nel 1964-1965, ma stavolta la partita termina a reti bianche col Trapani che recrimina per un rigore fallito da Cavallina dopo appena 5′ di gioco. E’ la Casertana, invece, a lamentarsi nel 1965-1966. I padroni di casa ottengono il successo per 2-1 (Marino e Casisa per i siciliani, Venturelli per i rossoblù), ma allo scadere l’arbitro Ciulli di Roma nega un evidente rigore alla formazione ospite per una azione fallosa di Morana su Pacco. Pareggio ricco di reti, invece, nel 1966-1967: 2-2 sotto un diluvio che rende il terreno di gioco ai limiti della praticabilità. Il Trapani ottiene il doppio vantaggio con Carnaroli e Cavallina su calcio di rigore con la Casertana che riesce ad impattare grazie alle marcature di Tosi e Cavazzoni. Per il secondo successo dei falchetti bisogna attendere la trentesima giornata della stagione di serie C 1967-1968: 1-0 con la rete di De Luca. Ad un quarto d’ora dalla fine un contrasto aereo tra Anghileri e Nardi comporta al capitano dei falchetti una commozione celebrale. La Casertana bissa la vittoria col medesimo risultato nel 1968-1969 con un gol di Minto. Partita che porterà, a distanza di qualche mese, all’apertura del “caso Selmo-De Togni” ed alla conseguente penalizzazione della società rossoblù. Ma la Casertana vince pure nel 1969-1970: 2-0 ancora con Minto a segno e raddoppio di Fazzi su calcio di rigore.

Si passa, quindi, agli anni Settanta. Altro pareggio a reti bianche nell’ultima giornata di campionato del 1972-1973, mentre nel 1973-1974 il Trapani torna alla vittoria per 1-0 con una massima punizione trasformata da Spinelli e concessa dal direttore di gara Soncini di Bologna ad inizio ripresa. Seguono, poi, tre pareggi di fila: 2-2 nel 1974-1975 con reti di Fragasso e Galletti per i padroni di casa, Pigozzi e Martina per gli ospiti. Doppio 0-0, poi, sia in serie C 1975-1976 che nel campionato di C2 1978-1979.

Le strade di Trapani e Casertana si separano per venticinque anni per poi ritrovarsi nel 2004-2005: 1-0 contro i “rimasugli” dei falchetti destinati poi all’esclusione dal campionato di serie D. Altro “buco” temporale e si arriva allo scorso campionato 2017-2018 con altra vittoria del Trapani (2-1, gol di Minelli e Reginaldo allo scadere) in rimonta dopo il vantaggio casertano di Alfageme.

In totale, quindi, venti confronti con nove successi granata e quattro dei falchetti a fronte di sette pareggi.

Massimo Iannitti