Casertana: pari e tanta rabbia

vacca bis.jpg
Il momento dell’espulsione di Vacca (Foto Giuseppe Scialla)

Falchetti in inferiorità numerica dal 34′: nella ripresa prima Camilleri e poi Mancino

VIBONESE – CASERTANA 1-1

Vibonese (4-4-2): Zaccagno; Finizio, Camilleri, Silvestri, Maciucca (Tito 62′); Prezioso (Taurino 62′), Obodo, Collodel (Rezzi 83′), Scaccabarozzi; Allegretti, Cani (Malberti 78′). A disp. Mengoni, Franchino, Ciotti, Donnarumma, Melillo, Filogamo, La Ragione. All. Orlandi

Casertana (3-5-2): Adamonis; Rainone, Pascali, Lorenzini (Mancino 74′); Meola, D’Angelo, Vacca, De Marco, Zito (Santoro 82′); Padovan (Floro Flores 62′), Castaldo. A disp. Zivkovic, Gonzalez, Cigliano, Romano. All. Esposito

Arbitro: Paterna di Teramo

Reti: Camilleri (V) 70′, Mancino (C) 92′

Ammoniti: Obodo, Maciucca, Scaccabarozzi (V); Castaldo, Meola (C)

Espulso: Vacca (C) 34′ per doppia ammonizione

Calci d’angolo: Vibonese 4 (3); Casertana 2 (2)

Falli commessi: Vibonese 15 (8); Casertana 17 (10)

Fuorigioco: Vibonese 2 (1); Casertana 1 (0)

Recupero: primo tempo 1′; secondo tempo 4′

VIBO VALENTIA – Un pareggio in pieno recupero: la Casertana ringrazia Mancino e recupera in extremis un punto in un incontro che appariva ormai segnato. Sufficiente la prima frazione di gioco dei falchetti: poi l’espulsione di Vacca al 34′ per doppia ammonizione e la conseguente inferiorità numerica. Meglio nella ripresa la Vibonese che legittimava un buon periodo di gioco col vantaggio di Camilleri. Ma stavolta la reazione dei falchetti c’è e si concretizza giusto allo scadere con la rete di Mancino. 

Per la cronaca nella Casertana (“out” Pinna per infortunio oltre che Blondett per squalifica) è il giorno di tanti rientri: si rivede sul terreno di gioco D’Angelo, assente dalla gara di dicembre col Potenza, ma dentro pure Lorenzini e Zito la cui ultima apparizione si era registrata al “Ceravolo” di Catanzaro. Lo schieramento di partenza è un 3-5-2 con Meola e Zito esterni. La Vibonese (senza Altobello e Bubas appiedati dal Giudice sportivo) si affida ad un 4-4-2 che prevede in avanti ad Allegretti e l’albanese Cani. Tornano a vestire una maglia da titolare pure Maciucca e Silvestri. Solo panchina, in partenza, per gli ex Tito e Taurino.

Primo tempo – Dopo un minuto e mezzo bella iniziativa sulla destra di Meola che supera il diretto avversario ed appoggia a centro area per Padovan che “cicca” clamorosamente la conclusione col destro vanificando una buona opportunità. Ancora Casertana in avanti a distanza di qualche minuto (7′): traversone dalla destra sempre di Meola e buon controllo in area di Castaldo, ma l’attaccante in piena area di rigore viene fermato dai centrali avversari. Al 14′ primo tiro dalla bandierina dell’incontro ed è per la Casertana, ma nulla di fatto sul traversone mancino di Zito. Ancora qualche minuto (18′) e ci sono le proteste della Vibonese per una spallata di Pascali ai danni di Cani in area di rigore. Per il direttore di gara, ben posizionato nell’occasione, non ci sono gli estremi per la massima punizione. Poco prima della mezz’ora (27′, dopo una azione fallosa di Allegretti su Castaldo) si accende un po’ la gara con una “scaramuccia” tra Obodo e Vacca: l’arbitro opta per una ammonizione a carico di entrambi. Almeno all’inizio più pesante appare quella per il capitano calabrese che era in “diffida”, ed invece al 34′ è la Casertana a restare in inferiorità numerica: su ripartenza della Vibonese con Silvestri altra azione fallosa di Vacca che rimedia, in rapida successione, il secondo “giallo” della giornata. A nulla servono le proteste della formazione rossoblù che rimedia un’altra ammonizione con Castaldo e l’allontanamento di Carmine Russo dalla panchina. Primo tempo che, quindi, va in archivio: nessun intervento da parte dei due portieri spettatori “non paganti” dell’incontro. Casertana che, comunque, deve fare i conti con l’uomo in meno a causa dell’espulsione di Vacca.

Secondo tempo – Ad inizio ripresa nessun cambio da una parte e dall’altra. Poco meno di dieci minuti del secondo tempo (55′) e l’iniziativa di Prezioso sulla destra viene vanificata da una conclusione di Collodel che termina sul fondo. Dopo tre giri di lancette (58′) ci prova ancora Prezioso: buon lavoro al limite dell’area di rigore e destro che non mette tanto in apprensione Adamonis. Al 62′ triplo cambio: nella Vibonese dentro Tito e Taurino (i calabresi passano al 4-3-1-2), mentre nella Casertana dentro Floro Flores, assente dal 20 gennaio col Rieti. Buono, poi, il tentativo di Allegretti dai venti metri, ma la sfera termina di non molto a lato (66′). Sale ancora il ritmo la Vibonese ed al 69′ Collodel si conquista un pericoloso calcio di punizione dal limite: la conclusione di Scaccabarozzi colpisce la barriera e termina in angolo. Sul successivo tiro dalla bandierina il vantaggio dei padroni di casa: cross di Tito sul palo lontano e colpo di testa di Silvestri che coglie in pieno la parte bassa della traversa. Nell’area piccola il più veloce è Camilleri che in rovesciata infila Adamonis. E’ il 70′. A questo punto alla Casertana non resta che giocarsi le carte residue per agguantare almeno il pareggio: dentro Mancino al posto di Lorenzini (74′). Eppure è ancora la Vibonese ad andare vicinissima alla rete con Taurino che vince un rimpallo in area di rigore e costringe Adamonis all’intervento in due tempi. A poco dallo scadere D’Angelo ha una buona opportunità sotto misura (87′), ma viene contrato da Tito al momento della battuta a rete. Il pareggio al secondo dei quattro minuti di recupero (92′): palla scodellata in mezzo dalla sinistra. Prima D’Angelo, poi Pascali ed infine il sinistro di prima intenzione di Mancino che infila Zaccagno. Non c’è più tempo: finisce 1-1.

Massimo Iannitti