Il Trapani mai così vicino alla Juve Stabia

caserta juve stabia
Fabio Caserta, tecnico della Juve Stabia (Foto Giuseppe Scialla)

Vantaggio che si è ridotto in maniera sensibile nelle ultime tre giornate

Prima di tutto un dato puramente numerico: venticinque giornate di imbattibilità, miglior attacco e miglior difesa. Alzi la mano chi considera non meritato il primato della Juve Stabia nel girone C di Lega Pro. Salvo i detrattori più accesi, la vetta della classifica ad appannaggio della formazione di Caserta appare un primo posto legittimo sotto il profilo dei risultati e nella maggior parte delle occasioni anche per il gioco.

Fatto sta che la vittoria del Trapani nel posticipo di ieri sera allo “Scopigno” contro il Rieti ha ridotto in maniera sensibile il vantaggio della capolista nei confronti delle inseguitrici, a cominciare proprio dalla compagine siciliana. Ora sono appena quattro i punti di vantaggio da parte della Juve Stabia (58 punti in classifica) anche se, nel conto, bisogna considerare che i gialloblù hanno una gara in più da disputare rispetto ai trapanesi (54).

La storia del campionato evidenzia, comunque, che la distanza che si è ridotta nelle ultime tre giornate complice il turno di riposo che ha interessato la Juve Stabia: dopo la disputa del ventiquattresimo turno la Juve Stabia comandava il girone con 56 punti lontana nove lunghezze dal Trapani a quota 47. Distacco che, di fatto, conservava già dalla diciassettesima giornata di campionato (Juve Stabia 39, Rende e Trapani 30).

Per ritrovare un vantaggio così risicato bisogna, invece, tornare indietro allo scorso mese di novembre e precisamente alla tredicesima giornata. Successo della Juve Stabia sul campo del Rieti e pareggio del Rende a Cava de’ Tirreni. I gialloblù, in questo modo, staccavano di appena due lunghezze i calabresi (Juve Stabia 29, Rende 27).

Ora sono undici le giornate alla fine della stagione regolare. Il Trapani dovrà rimanere fermo il prossimo 24 marzo in occasione della disputa della trentaduesima giornata. A sperare in qualche ulteriore passo falso della Juve Stabia (che nei prossimi turni affronteranno in rapida successione Reggina al “Menti” e Casertana al “Pinto”), ovviamente, ci sono tutte le altre, ovvero Catania e Catanzaro.

Massimo Iannitti