Giudice sportivo: il giorno dei… record

parlati.jpg
Parlati in azione con  Vacca in Casertana-Bisceglie dello scorso mese di gennaio (Foto Giuseppe Scialla)

Il più cattivo del raggruppamento meridionale è Parlati, centrocampista del Bisceglie

Il Comunicato ufficiale pubblicato dal Giudice sportivo nella giornata di ieri e relativo alle gare disputate mercoledì scorso ha fatto segnare qualche “record” nel girone meridionale di Lega Pro.

In grande evidenza gli euro 10.000,00 di multa alla Viboneseperché al termine della gara rientrando negli spogliatoi  l’arbitro veniva colpito da una violenta pallonata lanciata da persona non identificata ma riconducibile alla società, la pallonata causava all’arbitro immediato dolore e un giramento di testa per circa dieci minuti“. Spiccano, inoltre, anche gli euro 3.000 nei confronti della Sicula Leonzioper comportamento antisportivo in quanto venivano rallentate le operazioni di restituzione dei palloni da parte dei raccattapalle in modo palese nonostante i ripetuti richiami dell’arbitro al
capitano della squadra“.

Il tutto senza dimenticare gli ulteriori euro 10.000,00 sanzionati al Matera dopo il quarto ed ultimo “forfait” che ha portato all’esclusione della società lucana dal campionato di Lega Pro.

Un turno di stop disciplinare per Gerardi (Monopoli), Carpani (Rieti) e Sini (Viterbese), mentre fermati per due giornate Altobello e Bubas (Vibonese, salteranno anche la partita con la Casertana), Nzola (Trapani) e Parlati (Bisceglie).

E proprio sul centrocampista classe 1997 arrivato ai nerazzurri in prestito dall’Ascoli nel “mercato invernale” bisogna fare un discorso a parte. Cinque le partite in cui è sceso in campo con la maglia del Bisceglie: Parlati ha collezionato in rapida successione ben quattro ammonizioni oltre che l’espulsione diretta con la Sicula Leonzio che gli è costata due giornate di squalifica.

Redazione