“Play-off” e “play-out” 2018-2019

legapro-logo-retina

Questi i criteri per la stagione calcistica in corso resi noti dalla Figc

Comunicati i criteri validi per promozioni e retrocessioni in Lega Pro, ma anche il funzionamento di “play-off” e “play-out” per la stagione calcistica 2018-2019. Criteri, comunque, simili a quelli della passata stagione: la grossa novità sono le due promozioni attraverso i “play-off”. Questo il funzionamento.

Promozione in serie B

I passaggi nella categoria cadetta – per la sola stagione 2018-2019 – passano da quattro a cinque. Salto in serie B diretto per le prime classificate di ciascun girone di Lega Pro. Il quarto e quinto posto disponibile è per le due vincitrici dei “play-off”.

Play-off

Ventotto le squadre che prenderanno parte ai “play-off”: sono le formazioni classificate dal secondo al decimo posto nei tre gironi di Lega Pro e con loro la squadra vincitrice della Coppa Italia di serie C.

  • primo turno play-off del girone – in campo le formazioni classificate dal quinto al decimo posto di ogni raggruppamento. In gara unica sul campo della migliore in graduatoria la quinta affronta la decima, la sesta si troverà di fronte la nona e la settima incontrerà l’ottava. In caso di parità al 90′ passerà al secondo turno la formazione meglio classificata al termine della stagione regolare;
  • secondo turno play-off del girone – al secondo turno, oltre alle squadre vincitrici del primo turno, si aggiunge anche la formazione classificata al quarto posto di ciascun raggruppamento. Due confronti anche in questo caso gara unica da disputarsi sul terreno di gioco della migliore classificata. In caso di parità al 90′ passerà alla fase nazionale la squadra meglio classificata al termine della stagione regolare;
  • primo turno play-off fase nazionale – prendono parte dieci squadre che si confronteranno in un doppio turno: sei formazioni provenienti dalla precedente fase play-off, le tre terze classificate di ogni girone e la squadra vincitrice della Coppa Italia di Lega Pro. In programma, quindi, cinque incontri in gare di andata e ritorno. Le “teste di serie”, che affronteranno la gara di ritorno in casa, saranno le terze classificate di ogni girone, la squadra vincitrice della Coppa Italia ed una ulteriore squadra che, tra le sei vincitrici dei play-off del girone, risulterà meglio classificata. A parità di punteggio dopo il doppio confronto a passare il turno sarà la squadra considerata “testa di serie”;
  • secondo turno play-off fase nazionale – otto le formazioni in lizza: le cinque provenienti dal precedente turno e le tre squadre classificate al secondo posto di ogni girone al termine della stagione regolare. Anche in questo caso gare di andata e ritorno: le “teste di serie” saranno le tre squadre classificate al secondo posto di ogni girone più una quarta squadra meglio classificata rispetto alle altre. A parità di punteggio dopo il doppio confronto a passare il turno sarà la squadra considerata “testa di serie”;
  • final four – le quattro squadre vincitrici del precedente turno saranno inserite in un tabellone mediante sorteggio. Anche in questo caso gare di andata e ritorno sulla base di accoppiamenti determinati da sorteggio integrale. In caso di parità assoluta dopo il doppio confronto verranno disputati due tempi supplementari di 15′ ciascuno. Perdurando la parità saranno eseguiti i tiri di rigore. Le due vincenti le finali play-off otterranno la promozione in serie B.

Retrocessione

La squadra ultima classifica in ogni girone di Lega Pro retrocederà direttamente nel campionato di serie D.

Play-out

La terz’ultima classificata disputerà con penultima un doppio confronto di andata e ritorno. La partita di andata verrà disputata sul terreno di gioco della penultima classificata. In caso di parità di punteggio dopo il doppio confronto, otterrà la salvezza la squadra in migliore posizione di classifica al termine della stagione regolare. L’altra formazione retrocederà in serie D. Da tener presente che se la squadra penultima in classifica avesse un distacco superiore ad otto punti dal terz’ultimo posto non ci sarà bisogno della disputa dei play-out, ma retrocederà direttamente.

Redazione