Casertana: al “Ceravolo” guai a fermarsi

tifosi.jpg

Dopo 732 giorni, i falchetti centrano tre vittorie di fila: a Catanzaro a caccia della quarta

Settecentotrentadue: come i giorni che sono passati dalle ultime tre vittorie consecutive centrate dalla Casertana in campionato. Anche in quell’occasione, i falchetti trovarono il filotto di successi a cavallo dell’anno vecchio con quello nuovo, nella stagione 2016/2017. Tra fine dicembre e inizio gennaio, prima gara post sosta invernale, Melfi (2-1), Monopoli (2-3) e Paganese (2-0) caddero sotto i colpi dei falchetti, frenati la domenica successiva a Taranto.

Questa volta dopo CaveseRieti e Bisceglie sulla propria strada i falchetti troveranno il Catanzaro, una delle big del girone, terza forza del torneo e squadra che non nasconde le sue ambizioni di promozione, e l’arrivo di Bianchimano, prelevato dal Perugia, conferma la volontà di provare a perseguire l’obiettivo fissato ad inizio stagione.

Sarà quello del “Ceravolo” il vero banco di prova per la Casertana, che ha saputo sfruttare appieno il calendario, che gli riservato avversari sicuramente abbordabili, prima del big match. Sarà contro la formazione di Gaetano Auteri il vero test per capire i progressi tattici e atletici di una squadra che deve acquisire la consapevolezza di dover risalire la classifica e che oggi non può permettersi di lasciare per strada altri punti. A Catanzaro, dove ci si gioca parecchio in termine di fiducia e consapevolezza nei propri mezzi, Casertana dunque alla ricerca della quarta vittoria consecutiva, che potrebbe cambiare la stagione dei falchetti, riportando entusiasmo in un ambiente che sognava ben altra classifica.

Il tutto, naturalmente, in attesa di capire e soprattutto conoscere, cosa porterà il mercato di riparazione nell’organico dei falchetti. Qualcosa arriverà, qualcosa deve arrivare per migliorare e completare una rosa che tra infortuni e uscite, si è numericamente ridotta. La scelta di attendere “i saldi” degli ultimi giorni, potrebbe però rivelarsi controproducente, per una squadra che sta trovando degli equilibri, nell’ottica dell’inserimento dei nuovi nello scacchiere rossoblù. Averli a disposizione già durante la sosta, avrebbe consentito di averli pronti in questa fase di stagione, che alla luce delle prossime gare, si preannuncia decisiva nell’ottica classifica. Ormai è andata cosi, intanto però al “Ceravolo” guai a fermarsi.

Giovanni Fiorentino