Rieti, Capuano: “Se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla”

Il tecnico dei laziali, nonostante il risultato negativo, contento della prestazione dei suoi

Non senza difficoltà la Casertana riesce ad avere la meglio sul Rieti nella prima gara del nuovo anno, tornando alla vittoria al “Pinto”. Le reti di Castaldo e Blondett, intervallate dal momentaneo pareggio di Zanchi, rilanciano i rossoblù che ottengono il secondo successo consecutivo dando continuità a quello maturato a Cava de’ Tirreni.

In sala stampa è un Eziolino Capuano amareggiato quello che commenta il risultato maturato sul terreno di gioco. “Sono molto adirato. La Casertana non ha mai tirato nello specchio della porta. Abbiamo pagato l’inesperienza: una squadra più esperta avrebbe accorciato su Castaldo, ma avevamo sei ore di allenamento nelle gambe ed è andata così– esordisce il tecnico, che continua- attraverso i cambi avevamo recuperato la partita. Poi c’è stato il goal di Blondett, che non voglio neanche commentare“.

Il tecnico ex Sambenedettese è stato più volte accostato ai falchetti per il dopo Fontana, ma il suo ritorno alla guida dei rossoblù non si è mai concretizzato. “Per me Caserta è una grandissima piazza, ed essere accostati alla Casertana è un onore- commenta- in alcuni momenti pensavo di tornare davvero, ma poi hanno affidato la squadra a questo ragazzo (Esposito ndr) che farà carriera. Forse non tutti sanno che l’ho “creato” io”. Le individualità presenti nella rosa dei padroni di casa impressionano il tecnico dei laziali che afferma: “la Casertana è la squadra più forte del girone e secondo me chi vince ha sempre ragione, ma oggi- conclude- e lo dico con la franchezza e la schiettezza che mi contraddistinguono, se avessimo pareggiato non avrei rubato nulla“.

Oreste Cresci