Come si muove il mercato della Casertana

floro flores.jpg
Floro Flores in azione al “Pinto” contro il Trapani (Foto Giuseppe Scialla)

Da martedì prossimo potrebbero essere ufficializzati in primi movimenti in entrata e uscita

E’ iniziato a “fari spenti” il mercato invernale della Casertana. La priorità è comprendere chi dell’organico possa ancora continuare a far parte del “progetto” rossoblù e chi, invece, è destinato a trovare sistemazione in altre piazze. Cedere (o rescindere) per liberare qualcuno tra i quattordici “slot” tra gli “over”, e solo dopo ritoccare la “rosa” sulle base delle indicazioni espresse dallo staff tecnico. In questo senso, dopo i primi approcci con i rispettivi procuratori, si attende la ripresa degli allenamenti prevista per martedì prossimo 8 gennaio, il tutto per essere pronti per la ripresa del campionato fissata per il 20 contro il Rieti. Ecco, quindi, reparto per reparto la situazione in “casa rossoblù”.

Portieri – Uno dei primo obiettivi della Casertana dovrebbe essere un portiere: l’infortunio di Russo e la sua indisponibilità ha lasciato ad Adamonis la responsabilità  di difendere i pali della porta rossoblù. L’alternativa è rappresentata dal più giovane Zivkovic. A questo punto bisogna correre ai ripari: portiere di esperienza o giovane in prestito da qualche club di categoria superiore? Più probabile la seconda ipotesi, con la possibilità di “giocarsi” un posto da titolare con l’estremo difensore lituano.

Difensori – un centrale di retroguardia capace di guidare l’intero reparto. Questo un altro “target” della dirigenza casertana. Di Blondett non sono piaciute le problematiche di natura disciplinare rimediate nella prima parte della stagione; per quanto riguarda Lorenzini, invece, il “lungo” toscano sono poche le gare in cui ha realmente convinto. Uno dei due potrebbe essere “sacrificabile” sul mercato, e proprio Lorenzini sembra avere più richieste soprattutto da società dei gironi settentrionali di Lega Pro. Da valutare, inoltre, la posizione di Zito, altro elemento che nel girone di andata è andato a corrente alternata. Una sua partenza creerebbe, comunque, un vuoto sulla corsia mancina, ed in tal senso si potrebbe puntare su un “under”: è un elemento che ha “mercato” in Lega Pro e potrebbe salutare anticipatamente la compagnia.  Intoccabili, invece, sia capitan Rainone che Meola e Pinna, tra i più costanti.

Centrocampisti – una buona “fetta” del mercato potrebbe essere incentrata su Santoro: il “regista” classe 1999 appare pronto per il salto di categoria, e non sarebbe da escludere una sua cessione a qualche società della massima serie già a gennaio con la possibilità di restare in maglia rossoblù fino al prossimo mese di giugno, come accaduto lo scorso anno per Carriero. In “bilico” la posizione di Vacca: il centrocampista napoletano è oggetto del “desiderio” di moltissimi club di Lega Pro e non avrebbe problemi a trovare una sistemazione in brevissimo termine. A Caserta, complice un infortunio che lo ha tenuto fuori per cinque giornate, ha fatto vedere solo in minima parte le sue potenzialità. Fatto sta che una sua eventuale partenza costringerebbe la Casertana a muoversi con determinazione per sopperire al “buco” creatosi nel reparto di mediana. Un altro punto interrogativo dovrebbe essere quello di Romano: il classe 1996 ha stentato molto ad adattarsi in un ruolo di esterno di centrocampo che non gli si addice e che ne ha limitato le prestazioni. La Casertana chiede altro, e lo stesso Romano sembra chiedere un diverso impiego alla Casertana. Non è da escludere che le strade possano dividersi. Non dovrebbero muoversi dal “Pinto” sia De Marco che D’Angelo, anche se per quest’ultimo nelle scorse settimane un “timido” tentativo sembra sia stato fatto dalla dirigenza avellinese. Infine Mancino, uno degli elementi con maggior “minutaggio” nella prima parte del campionato e che ha dimostrato, inoltre, maggiore capacità di adattamento alle varie richieste dello staff tecnico. Pure per lui potrebbe profilarsi una permanenza in maglia rossoblù al pari di Cigliano.

Attaccanti – la certezza è rappresentata da Castaldo. L’attaccante di Giugliano rimarrà alla Casertana forte anche di un contratto pluriennale che lo lega al club di Corso Trieste. Per il resto la partenza nel reparto dovrebbe essere una, al massimo due. Molto dipende dalla posizione di Floro Flores. Il classe 1983, come già detto per Vacca, ha espresso poco rispetto a quanto dice la sua carriera. Averlo al meglio della condizione (e, soprattutto, nel ruolo che maggiormente gli si addice) rappresenterebbe il primo importante “acquisto” della Casertana in questo mercato invernale. Anche per lui, comunque, se ne riparlerà l’8 gennaio. Restano, quindi, Alfageme e Padovan ed alla finestra rimane Letizia, più volte accostato alla Casertana. All’attaccante torinese non mancano le offerte dalla Lega Pro, mentre l’argentino ha più volte espresso la sua volontà di finire la sua carriera italiana in maglia rossoblù. Più probabile che, alla fine, possa essere Padovan a finire sul mercato.

Massimo Iannitti