Girone C: tutte alla ricerca dell’attaccante

bianchimano.jpg
Alessandro Bianchimano contrastato da Ivan Rajcic in Casertana-Reggina della stagione 2017-2018. L’attaccante in forza al Perugia è uno degli elementi maggiormente richiesti nel “mercato invernale” (Foto Giuseppe Scialla)

Chi sono i “desiderata” delle società del raggruppamento meridionale di Lega Pro

Un bel portiere? No grazie. Un difensore di grande affidabilità? Non ci pensare nemmeno. Allora un centrocampista tutta grinta e fiato? Niente da fare, non serve. Il problema per quasi tutte le squadre del girone C sembra essere l’attacco: società, quindi, alla ricerca di una punta. Chi ha bisogno di un attaccante centrale e chi di un esterno. Ma qualcuna si accontenterebbe pure di una “terza punta”, giusto per garantire all’occorrenza una alternativa nel reparto. Fatto sta che di attaccanti “buoni” sul mercato sembrano essercene davvero pochi, e tutte sembrano “fiondarsi” sugli stessi, con buona pace dei portafogli dei presidenti, motivati a spendere anche qualcosa in più per garantirsi (ma sarà proprio così?) un buon numero di realizzazioni nella seconda parte della stagione. I nomi che circolano, infatti, sono sempre quelli, mentre gli altri, quelli che non compaiono nella lista dei “desiderata” difficilmente si muoveranno dalle piazze dove hanno passato la prima fase del campionato.

Il più “gettonato” al momento è Matteo Di Piazza, classe 1988 reduce da due promozioni di fila con le maglia di Foggia e Lecce (in casacca giallorossa dieci reti nella passata stagione). A Cosenza, dove è passato nel corso del mercato estivo, non trova spazio e “minutaggio”: appena sei presenze e di queste due da titolare. Nonostante questo per lui si sono messe in fila molte società di Lega Pro: in ordine di… apparizione Catania, Catanzaro e, per ultima, la Reggina che hanno sondato la disponibilità dell’attaccante siciliano.

Ma potrebbe lasciare la casacca dei “lupi” silani pure un’altra punta che a Caserta conoscono bene: è Allan Pierre Baclet, francese del 1986 anche lui alla ricerca di un utilizzo più costante rispetto agli “spiccioli” di presenza che gli sta riservando il tecnico cosentino Braglia nella categoria cadetta. L’Alessandria vorrebbe portarlo a vestire la maglia dei “grigi”, ma pure la Reggina non ha nascosto il suo interesse per il calciatore transalpino.

Nell’elenco dei “must” del mercato invernale pure Alessandro Bianchimano, classe 1996 ex settore giovanile del Milan e lo scorso anno autore di nove reti con la maglia della Reggina. Approdato la scorsa estate al Perugia non ha trovato in alcun modo spazio nella compagine biancorossa collezionando appena cinque presenze in serie B. Per lui sembra profilarsi una nuova esperienza in prestito in Lega Pro, anche se bisognerà trovare una sistemazione gradita all’attaccante di Carate Brianza.

A Catanzaro in lista di sbarco Saveriano Infantino: qualche problema fisico ne ha condizionato l’utilizzo nella prima parte della stagione, ed in cinque apparizioni in campionato ha messo a segno una realizzazione. La “convivenza” con Auteri resta difficile (lo era già ai tempi del Matera), ed a questo punto appare logico l’abbandono ai giallorossi del calciatore classe 1986. Per lui sembrerebbe essersi fatto avanti il Potenza che nel frattempo è pronto a dire “addio” a Francesco Salvemini, attaccante centrale del 1996: appena 272′ in campo (ed una rete a segno) per l’andriese, chiuso nel reparto dal brasiliano Franca. A questo punto logica la scelta di “cambiare aria” e per lui sembrano aprirsi le porte di un ritorno in Puglia, sponda Monopoli. Ma nelle ultime ore anche il Catanzaro pare aver fatto un “pensierino” sull’attaccante ex Akragas e Messina.

In partenza dalla Sicula Leonzio lo spagnolo Miguel Sainz-Maza: nullo il contributo in termini realizzativi dell’attaccante classe 1993 arrivato in Sicilia dal Pisa via Foggia. In diciotto apparizioni neanche lo “straccio” di una marcatura per la punta che si era messa in evidenza due anni fa con i “satanelli”. L’ambiziosa società bianconera, reduce da un girone di andata nettamente al di sotto delle attese) si è fiondata nelle ultime ore sul mercato ed i nomi che circolano sono quelli del palermitano Andrea Saraniti (Viterbese, classe 1988) e del rossoblù Stefano Padovan (Casertana, classe 1996), anche se un vero obiettivo potrebbe essere Abdou Doumbia, classe 1990 a “libro-paga” del Lecce ma mai utilizzato dal tecnico salentino Liverani in questa stagione dopo la promozione in serie B raggiunta lo scorso campionato con la casacca del Livorno. Per il francese da registrare nelle ultime ore un timido approccio anche da parte della Reggina.

A movimentare il “valzer” degli attaccanti ci penseranno anche altre società del raggruppamento meridionale di Lega Pro. Alla Virtus Francavilla vicino l’addio di Valerio Anastasi, punta catanese classe 1990 che dopo l’arrivo di Trocini alla conduzione tecnica ha sensibilmente ridotto il suo “minutaggio”. Stesso discorso per Claudio Sparacello, ex Reggina classe 1995 mai a segno nei 427′ di gioco in cui finora è stato impiegato. In partenza da Bisceglie anche Carmine De Sena (1991) per il quale si dovrebbe essere fatto avanti il Rimini.

In cerca di una “sistemazione” adeguata anche Luca Orlando (1990) e Gaston Corado (1989) per i quali è da ritenersi definitivamente chiusa l’esperienza con la maglia del Matera dopo le recenti vicissitudini societarie. Stesso discorso per il più giovane Michele Scaringella, classe 1995 per il quale potrebbe materializzarsi un rientro in Puglia (Virtus Francavilla?).

Discorso differente per l’altro ex reggino Jacopo Sciamanna. Sull’attaccante della Cavese classe 1990 si sono accesi i “riflettori” sia di Potenza che di Teramo, ma è tutta da valutare la disponibilità della società metelliana di privarsi del suo cannoniere principe.

Massimo Iannitti