Di Costanzo: “tanto amaro in bocca”

dicostanzo ok.jpg

Padovan: “consapevoli delle difficoltà, ma andiamo avanti”

Il primo ad entrare in sala-stampa l’allenatore della Casertana Nello Di Costanzo. “In una partita come questa essere beffati così lascia l’amaro in bocca. Il nostro portiere non ha fatto grandi parate, mentre noi qualche tiro in porta l’abbiamo fatto, sia pure in una situazione in grandissima difficoltà. Eppure stavamo strappando una vittoria con i denti. Bisogna recuperare gli infortunati, non si può affrontare le partite con tanti elementi mancanti. Senza dimenticare alcuni giocatori andati in campo senza allenamento. Loro con grande sacrificio lo stanno facendo. Quando avremo tutti nuovamente a disposizione vedremo sicuramente altro. Intanto pensiamo alla prossima partita con la Cavese, poi avremo venti giorni per recuperare. Sono convinto che vincendo due-tre partite di seguito possiamo riprenderci. Ora non mi sento di creare aspettative, ma posso dire che puntiamo ai play-off dove inizia un nuovo mini-torneo e se ci arrivassimo in condizioni ottimali potremmo fare bene. Chi potrà recuperare per la gara con la Cavese. Domani ci saranno gli esami strumentali. Le speranze sono per Cigliano e De Marco. Mercato? Bisogna chiedere alla società. Troppi infortuni? Ci sono tanti fattori che possono mettere a rischio il calciatore. Quello che sta succedendo qui sinceramente nella mia carriera non l’ho mai visto. Certo un fattore potrebbe essere quello dello stress od anche le superfici di allenamento. Il Presidente è il primo ad essere perplesso ed ha messo a disposizione un osteopata che nell’ultima settimana è venuto a lavorare per la squadra. Fatemi ringraziare la tifoseria che ha capito il momento di difficoltà ed ha incitato fino in fondo la squadra. Avremmo voluto dedicare a loro ed al Presidente questa vittoria“.

A seguire l’autore del gol della Casertana Stefano Padovan. “Peccato per questo gol che non è servito per conquistare la vittoria. Giochiamo tante partite in pochi giorni ed abbiamo un organico ridotto ai minimi termini. Gli infortuni sono cose che capitano, Giochiamo contro tutti, ma siamo consapevoli delle difficoltà ed andiavo avanti. Tutti non siamo soddisfatti“.

Massimo Iannitti