Casertana beffata allo scadere

esultanza.jpg
L’esultanza della Casertana dopo la realizzazione di Padovan (Foto Giuseppe Scialla)

Non basta il gol di Padovan: la Sicula Leonzio impatta allo scadere

CASERTANA – SICULA LEONZIO: 1-1

CASERTANA (3-4-1-2): Adamonis; Meola, Lorenzini, Blondett; Romano, Santoro, Vacca, Pinna; Floro Flores (34’st Matese); Castaldo, Padovan. A disp. Zivkovic,  Muscariello, Chiacchio, Longobardo, Moccia. All. Di Costanzo – Esposito

SICULA LEONZIO (4-3-1-2): Narciso; De Rossi (1’st M. Esposito), Ferrini, Aquilanti, Squillace; Marano, G. Esposito (31’st De Felice), D’Angelo (20’st Russo); Gammone (20’st Cozza); Sainz-Maza (44’st Vitale), Ripa. A disp. Polverino, Talarico,  Palermo, Brunetti. All. Torrente

Arbitro: Davide Moriconi di Roma 2

Assistenti: Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Andrea Micaroni di Chieti

Reti: 30’pt Padovan (C), 45’st Vitale (S)

Ammoniti: Ferrini (S), Vacca (C), Esposito M. (S), Meola (C)

Angoli: -1 per la Casertana

Spettatori: 1500 circa

Recupero: pt 1′; st 4′

CASERTA – La Casertana rischia, poi realizza e alla fine non riesce a conservare il vantaggio contro la Sicula Leonzio che al 90′ conquista un pareggio quando tutta lasciava presagire la prima vittoria centrata dalla coppia Di Costanzo – Esposito dopo tre sconfitte e un pareggio. Si ritrovano al Pinto due deluse di questo campionato: da una parte la Casertana reduce da un pareggio e tre sconfitte di cui due consecutive in casa, senza aver realizzato neanche un gol, dall’altra la Sicula Leonzio che ha centrato la sua ultima vittoria lo scorso 6 novembre a Viterbo nel recupero della prima giornata di campionato. Due squadre decimate anche nell’organico, il duo Esposito – Di Costanzo, oltre agli indisponibili di lungo corso, deve fare a meno ancora dello squalificato Zito e di Mancino e D’Angelo usciti malconci dalla trasferta di Potenza di tre giorni fa. Dal canto suo, mister Torrente non può contare per questa gara natalizia di Laezza, difensore centrale ex Reggina, e dell’esperto attaccante Gomez.

Primo tempo – Per oltre 20′ è netto il predominio territoriale da parte della Sicula Leonzio che però in almeno due occasioni non riesce a sfruttare al meglio delle disattenzioni della retroguardia della Casertana in particolare di Lorenzini e Blondett. Bisogna aspettare il 22′ per vedere una conclusione della Casertana con Castaldo che in area di rigore colpisce male e il pallone finisce a lato, lontano dalla porta di Narciso. Al 25′ la Casertana grida al rigore per un presunto fallo in area ai danni di Floro Flores ma per il direttore di gara, piazzato molto vicino all’azione, è tutto regolare. Al 30′, quanto meno te lo aspetti, arriva il gol  del vantaggio della Casertana con Padovan che in posizione defilata, ricevuta palla da Castaldo, riesce a superare il portiere Narciso con un tiro rasoterra che passa sotto il braccio dell’estremo difensore proteso in uscita. Dopo una veemente reazione della Sicula, è ancora la Casertana a rendersi pericolosa prima con Floro Flores (35′) che supera due avversari entra in area e spara sul portiere in uscita e pochi secondi più tardi con Castaldo che conclude troppo angolato con il pallone che termina a lato. Al 44′ è ancora Floro Flores che si fa notare con un tiro tanto bello quanto centrale per la non difficile parata di Narciso. Dopo un solo minuto di recupero, sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore della Casertana, l’arbitro decreta il riposo.

Secondo tempo – La ripresa non offre molti spunti di cronaca nonostante la partita sia viva e vibrante con le due squadre, però, che si danno battaglia a centrocampo senza impensierire più di tanto gli estremi difensori. Al 5′ pallone filtrante per Ripa in area il quale perde l’attimo giusto per concludere ed è bravo nell’occasione Lorenzini a trovare l’anticipo e sventare il pericolo. C’è poi una girandola di sostituzioni soprattutto da parte degli ospiti, mentre la Casertana al 34′ fa esordire in campionato il giovane Matese, classe 2001, che prende il posto di Floro Flores che esce tra gli applausi dei tifosi rossoblù. Bisogna spettare il 40′ per annotare un’altra azione della Casertana. Dopo una serie di batti e ribatti su conseguenza di un calcio d’angolo battuto da Pinna il pallone finisce sui piedi di Castaldo la cui conclusione termina di poco alta sopra la traversa della porta difesa da Narciso. Al 45′ arriva inaspettato il pareggio della Sicula Leonzio, un pallone vacante arriva dalle parti di Vitale, entrato nella ripresa, lasciato solo dalla difesa rossoblù e con un sinistro preciso supera l’incolpevole Adamonis. L’arbitro concede quattro minuti di recupero che la Casertana non riesce a sfruttare.

Pasquino Corbelli