D’Agostino/Casertana ai titoli di coda

agostino.jpg

Decisione maturata nell’immediato dopopartita con la Reggina

Sembrano essere arrivati proprio i “titoli di coda” per l’avventura di Giuseppe D’Agostino alla conduzione societaria del club rossoblù. Decisione che è maturata nei locali del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Caserta dove il massimo dirigente dei falchetti, attorniato sia dalla famiglia che dal suo staff societario, si era recato per valutare le condizioni fisiche del genero, colpito alla schiena da una pietra lanciata da uno sconsiderato nel concitato dopo partita con la Reggina.

Pietra che non ha lasciato particolari conseguenze sul congiunto del presidente, ma che avrebbe potuto, invece, colpire anche qualche altro parente, magari di minore età, di D’Agostino.

Concitazione, rabbia e preoccupazione si leggevano sui volti di tutti. A spingere verso la decisione di lasciare la conduzione societaria della Casertana è stata proprio la famiglia del presidente D’Agostino. Il passo verso il comunicato ufficiale di ieri sera che annuncia “Nelle prossime ore il patron consegnerà il club nella mani del sindaco di Caserta avv. Carlo Marino, figura che potrà farsi da garante nella valutazione di possibili imprenditori intenzionati ad assicurare un futuro al calcio rossoblù” da parte del club è stato breve.

Redazione