Contestazione civile sì, violenza no

agostino.jpg

Episodio deprecabile quanto accaduto nel dopo partita di Casertana-Reggina. Una persona vicina all’entourage del presidente Giuseppe D’Agostino (dovrebbe trattarsi del genero) è stata colpita alla schiena con una pietra lanciata nello spazio antistante gli spogliatoi. Tutto lo staff societario della Casertana, a cominciare dal massimo dirigente rossoblù, ha accompagnato al Pronto Soccorso del locale Ospedale di Caserta il congiunto di D’Agostino. Nulla di grave, ma è e resta un episodio che non ha nulla a che fare con una giornata di sport anche se si è conclusa negativamente. Una contestazione deve sempre rimanere nei limiti della civiltà e non sfociare in alcun modo in forme di violenza anche se isolate.

Redazione