Al “Pinto” vittoria che manca dal 1987

d'ottavio gol.jpg
Il 29 novembre 1987 Nicola D’Ottavio sblocca il risultato al “Pinto” superando Mauro Rosin, estremo portiere della Reggina

Di D’Ottavio e Troise la firma sull’ultimo successo interno della Casertana con la Reggina

Casertana nel pomeriggio di domenica opposta alla Reggina per sfatare un “tabù” che nei confronti interni con gli amaranto dura da oltre quarant’anni. L’ultimo successo al “Pinto” dei falchetti contro i calabresi risale addirittura alla stagione di C1 1987-1988: era il 29 novembre 1987 e la formazione guidata in panchina da Mimmo Renna riuscì ad imporsi col risultato di 2-0 grazie alle realizzazioni di D’Ottavio (41′) e “Cavallo pazzo” Troise (87′). Vantaggio casertano siglato dal bomber di Agnone descritto nelle cronache dell’epoca: “Troise trova un varco a destra e rimette al centro: la palla è un po’ sporca, Attrice sceglie male il tempo e libera D’Ottavio. Tocco di precisione e di freddezza e per Rosin non c’è nulla da fare“. Il raddoppio nelle battute conclusive della partita: “Troise parte da metà campo, salta prima Attrice, poi Tovani, infine Sasso: è poco fuori dall’area quando scarica il destro. Palla nel sette con Rosin incredulo. Tripudio sugli spalti“.

Dopo quella partita le strade di Casertana e Reggina si sono incrociate per altre quattro occasioni al “Pinto” ed è sempre finita in parità. Nel 1992-1993 il risultato finale fu di 1-1 con Di Baia che sblocca il risultato (26′) e l’ex Bucciarelli che impatta poco prima dell’intervallo (39′). Un salto in avanti di oltre vent’anni e si arriva alla stagione 2014-2015: 0-0 nonostante una Reggina imbottita di giovani e giovanissimi ed una superiorità numerica in favore dei falchetti dal 20′ del primo tempo a causa dell’espulsione del calabrese Mazzone. La serie di pareggi continua nel 2016-2017: combattuto 2-2 finale con iniziale vantaggio reggino siglato da Coralli (15′) e pareggio di Carriero prima del riposo (41′). Ancora ospiti in avanti sempre con Coralli (58′) e solo in pieno recupero impatta Taurino (92′). Infine lo 0-0 della scorsa stagione 2017-2018: gara caratterizzata da una pessima conduzione arbitrale della giacchetta nera Carella di Bari e “condita” dall’espulsione al 65′ di Alfageme e Laezza per reciproche scorrettezze.

Considerando esclusivamente il campionato il bilancio complessivo dei venti incontri disputati al “Comunale” di viale Medaglie d’Oro dal 1950 ad oggi vede appena sei vittorie della Casertana, undici pareggi e tre successi della Reggina. Per quanto riguarda la Coppa Italia bisogna aggiungere un’altra vittoria interna della Casertana che risale alla stagione 1969-1970: 1-0 per la compagine allora guidata da Rosati grazie ad una rete di Fazzi dopo appena 3′ di gioco qui descritta. “Cominato intercetta ed imposta a centrocampo, quindi pesca Fazzi che chiama Di Maio al triangolo. Ma intanto Fazzi ha due difensori alle costole: andare in gol è quasi un sogno. Ma Fazzi, diabolico, vi riesce: una finta, poi un’altra e quindi un tocchetto in extremis col sinistro e l’uno a zero è fatto“.

Giovanni Fiorentino