Doppietta di Genzano: Monopoli sconfitto

genzano.jpg
Genzano realizza il 2-0 contro il Monopoli direttamente su calcio di rigore

Nella stagione 1985-1986 due reti della mezzala e successo contro la squadra pugliese

La Casertana ha fatto tredici. Sono tanti i risultati utili consecutivi raggiunti dopo questa vittoria nella prima giornata di ritorno con il Monopoli che è stato affrontato con costante determinazione e con assoluta padronanza del gioco e delle azioni. Due a zero è un po’ stretto. I falchetti in vantaggio di due reti hanno avuto almeno cinque occasioni per arrotondare il punteggio. Un po’ di egoismo, un po’ di troppo altruismo e un vero festival degli errori da parte dei guardalinee nello sventolare fantasiosi fuorigioco hanno impedito una più larga segnatura. Ma al di là di questi particolari non c’è stata partita. La Casertana l’ha dominata, l’ha controllata, l’ha amministrata senza ombra di cedimenti. E’ apparsa in salute, ha confermato solidità ed efficienza in tutti i reparti. Semmai poteva ancor più giocare al risparmio sul velluto del vantaggio acquisito. Ha, invece, attuato sui costanti tentativi di pressione degli avversari una ricorrente, veemente controffensiva straripante di volontà e di rabbiosa determinazione. Da qui il blocco del punteggio sul due a zero che non rispecchia la supremazia, sul piano agonistico e su quello tattico, di una squadra che soprattutto sa quello che vuole.

Chiave di volta della partita ancora Genzano. Il centrocampista è stato mente e braccio della formazione. Suoi i lanci millimetrati, le aperture improvvise e precise, i tocchi di una classe superiore. E suoi i due gol che hanno fissato il risultato. Il primo su calcio di punizione che è stato un capolavoro di astuzia. Il portiere si attendeva il cross al centro sul mucchio. Genzano lo ha sorpreso sul lato scoperto rasente il palo alla sua destra. Il secondo su di un calcio di rigore realizzato a passo di marcia lento con il portiere ancora surplace.

Due gol così, su calci piazzati, possono far credere ad un successo strappato, senza il timbro della irresistibile carica offensiva. Ed invece, pur controllando la partita per la naturale proiezione in avanti del Monopoli, la squadra rossoblù si è prodotta in una serie continua di azioni. E’ caduta spesso nell’agguato del fuorigioco e molte altre volte il fuorigioco è stato fischiato a vanvera. Almeno in cinque occasioni ha sciupato opportunità d’oro. In tutto questo il Monopoli, pur ridotto in dieci uomini per una espulsione (determinata da una doppia ammonizione di Puce) ha cercato di penetrare. Ma è riuscito solo una volta, su calcio di punizione, ed a due minuti dalla fine. Si è opposto Tortora con un volo acrobatico in calcio d’angolo.

La squadra rossoblù ha ribadito, contro un avversario non privo di attaccanti di ottima levatura, la sua impenetrabile solidità difensiva nel blocco Tortora-Buccilli-Giordano-Pasquali-Morganti, e la sua efficienza polivalente a centrocampo, a protezione delle spalle e suggerimento di manovra d’attacco. Tra Genzano, Suppa e Ianniello e la multivalenza tattica di Viscido e Petriello. Bonaldi si è destreggiato bene, ma non ha avuto fortuna. Il portiere gli ha negato un gol con una grossa parata. Ed ha sbagliato un gol a tu per tu con Stenta. E’ ricomparso Mariotti: non è ancora in partita dopo tanta assenza, ma ha rotto il ghiaccio.

Nella cronaca spiccano una traversa al primo minuto su tiro violento ed improvviso di Suppa, un salvataggio di Stenta su punizione di Genzano, le scorribande di Petriello, Viscido e Bonaldi. Ma la partita, dopo il due a zero, non ha avuto più sussulti.

Stagione 1985-1986 – Serie C1 – girone B – 18a giornata – 26.01.1986

CASERTANA – MONOPOLI 2-0

Casertana: Tortora, Buccilli, Giordano (Nicassio 84’), Suppa, Pasquali, Morganti, Viscido, Ianniello, Genzano (Mariotti 61’), Bonaldi, Petriello. All. Materazzi

Monopoli: Stenta, Sante, Puce, Prestanti, Bettinelli, Orsi, Finetto, De Tommasi, Lanci, Cerri, Di Michele. All. Colautti

Arbitro: Strada di Abbiategrasso

Reti: Genzano (C) 8’, Genzano (C) 52’ su rigore

Ammoniti: Viscido, Genzano, Petriello, Suppa (C); Sante (M)

Espulso: Puce (M) 50′ per doppia ammonizione

Spettatori paganti 4.213 più 1.300 abbonati

(Andrea d’Errico – Il Mattino – edizione del 27 gennaio 1986)