Casertana: già dieci giornate di squalifica

blondett.jpg
Blondett, espulso, lascia anticipatamente il terreno di gioco del “Lorenzon” di Rende (Foto Giuseppe Scialla)

In testa ai turni di stop disciplinare, ma i falchetti sono anche al terzo posto nella classifica delle ammonizioni

10 giornate di squalifica rimediate in tredici giornate di campionato: se non è record (assolutamente negativo) poco ci manca per la Casertana nella stagione in corso. Protagonista in negativo Edoardo Blondett: dopo le tre giornate di stop disciplinare rimediate in occasione della trasferta di Rieti (“per aver colpito con un pugno al volto un avversario provocandogli fuoriuscita di sangue“) ne sono arrivate altre tre dopo il “rosso” rimediato al “Lorenzon” di Rende (“perche indirizzava uno sputo verso un avversario colpendolo in viso“).

A questi 6 turni di stop vanno, inoltre, aggiunte altre quattro giornate collezionate da Filippo Lorenzini (a Bisceglie “per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete senza ostacolo“), Paride Pinna (a Castellammare di Stabia “per doppia ammonizione“), Angelo D’Angelo (sempre contro la Juve Stabia “per comportamento gravemente scorretto verso un avversario durante la gara“) ed infine Pasquale Rainone (a Viterbo ancora “per doppia ammonizione“).

10 giornate complessive di stop disciplinare che consentono alla Casertana di… essere saldamente in vetta alla particolare classifica delle squalifiche. I falchetti si posizionano davanti a Paganese (7 turni di cui uno per “cumulo” di ammonizioni) e Siracusa (6 giornate complessive di squalifica). Più staccate tutte le altre, a cominciare dal Rieti (4 turni) ed a seguire Bisceglie, Catania, Catanzaro, Sicula Leonzio e Virtus Francavilla (tutte con 3 giornate di stop disciplinare). Ancora a “secco” di squalifiche, anche per “cumulo” di ammonizioni, ci sono Monopoli, Trapani e l’ultima arrivata Viterbese.

Per quanto riguarda le ammonizioni la Casertana (per il momento) non ha il primato ma soltanto un… terzo posto con 35 “gialli” (una media superiore alle due ammonizioni e mezzo a partita). La vetta è del Bisceglie con ben 40 ammonizioni seguita dalla Sicula Leonzio con 39 “gialli”. Alle spalle dei falchetti Cavese e Matera con 33 ammonizioni a testa. In fondo alla graduatoria c’è la Viterbese (16), mentre al penultimo posto Siracusa e Trapani con 20 ammonizioni a testa.

Se Blondett è il calciatore che nel girone ha rimediato il maggior numero di giornate di squalifica, nelle ammonizioni spicca Giuliano Laezza, difensore napoletano classe 1993 della Sicula Leonzio, che in dodici presenze ha collezionato ben sette “gialli”. E’ seguito da Andrea Maestrelli, difensore del 1998 in forza al Bisceglie: stesso numero di partite in campionato, ma “solo” sei ammonizioni. 

Massimo Iannitti