Girone C: tra nuovi arrivi e rescissioni

furlan
L’estremo difensore Jacopo Furlan, passato al Catanzaro, in occasione della gara della scorsa stagione Casertana-Trapani (Foto Giuseppe Scialla)

Alcune società del raggruppamento si sono già rivolte sul mercato degli “svincolati”

Squadre in difficoltà e società che cercano, in qualche modo, di correre ai ripari prima che sia… troppo tardi. Il “calcio-mercato invernale” è ancora lontano (mancano due mesi, le date prefissate sono dal 3 al 18 gennaio 2019), ma non sono pochi i club che già si stanno muovendo per “riparare” qualche errore fatto nel corso della campagna estiva. Più semplice inserire in organico calciatori nati dopo il 1998 tenendo conto che non c’è alcuna limitazione; meno agevole “incastrare” nelle liste gli “over” per i quali è necessario avere (o… trovare) qualche posto libero.

Tra i primi sodalizi ad operare sul mercato degli “svincolati” c’è stato il Matera, una delle poche società che aveva ancora un paio di “slot” liberi tra gli “over”. Tesserati in rapida successione prima Turi, difensore classe 1993, e poi l’attaccante Plasmati, classe 1983 rimasto fermo la passata stagione ma con un enorme bagaglio di esperienza. Entrambi potrebbero fare il loro esordio con la maglia biancoazzurra già sabato prossimo in occasione della gara interna con la Viterbese.

Per due che arrivano, uno che va via: lascia la Virtus Francavilla il difensore classe 1983 Mengoni. L’ex Ascoli era stato il “fiore all’occhiello” della campagna-acquisti estiva della società biancoazzurra. Ad inizio settimana, dopo la sconfitta di Vibo Valentia che ha portato anche all’esonero di Zavettieri, si è registrato anche l'”addio” all’esperto centrale.

Movimento di mercato “forzato” pure per il Catanzaro. Il portiere Golubovic, fortemente voluto da Auteri in Calabria dopo l’esperienza materana, si è fermato per infortunio. Nelle ultime cinque gare tra campionato e Coppa è stato schierato il “dodicesimo” Elezaj, ma l’ex Fondi non sembra aver convinto. La dirigenza giallorossa è dovuta ricorrere, di conseguenza, a Furlan. Avendo occupati tutti gli “slot” degli “over” il Catanzaro, prima di tesserare l’estremo difensore classe 1993 lo scorso anno in forza al Trapani, ha dovuto necessariamente rescindere il contratto con Golubovic per liberare un posto nella lista comunicate ad inizio stagione alla Lega Pro.

“Escamotage” peraltro previsto dal Comunicato Ufficiale n. 1/L pubblicato dalla Lega Pro lo scorso 3 luglio che recita “nel rispetto delle norme generali sui trasferimenti e sul tesseramento dei calciatori, le società possono sostituire in qualsiasi momento nella lista un portiere con un altro portiere, nonché integrare le liste con un portiere, ovvero sostituire in qualsiasi momento un calciatore con cui sia intervenuta una risoluzione di contratto – consensuale o per inadempimento – con un altro calciatore già tesserato per la medesima società o svincolato“.

Massimo Iannitti