Girone C: mai in campo, ma già tra i cattivi

cotticelli.jpg
L’esultanza della Juve Stabia dopo l’1-1 con la Casertana. Il portiere di riserva Cotticelli sarà ammonito (Foto Giuseppe Scialla)

Gli arbitri continuano ad “attenzionare” le panchine in occasione delle realizzazioni

Ancora in attesa del loro esordio in campionato, ma già nell’elenco dei “cattivi” del Giudice sportivo. Capita anche nel girone C di Lega Pro dove i direttori di gara, dalla scorsa stagione a questa parte, cercano di “reprimere” in qualche modo la gioiosa abitudine da parte dei componenti della panchina di festeggiare sul terreno di gioco una rete dei loro compagni impegnati in mezzo al campo.

Direttiva conosciuta da tutte le società e largamente applicata: fatto sta che ad ogni realizzazione continua a crearsi, nella maggior parte dei casi, il solito “capannello” di calciatori. Non potendo sanzionare col “giallo” tutta la panchina, ad essere colpito con l’ammonizione è, solitamente il primo che… capita.

Succede, quindi, di ritrovarsi nell’elenco degli ammoniti anche giocatori che ancora debbo fare la loro prima “apparizione” in campionato. Questa settimana, solo per fare un esempio, è accaduto a ben due calciatori: il primo è Antonio Cotticelli, terzo portiere classe 1997 della Juve Stabia (in campionato il titolare è Branduani, mentre in Coppa Italia gli è stato preferito il pari-età Venditti). Il secondo è Gianmarco Palermo, anche lui terzo estremo difensore del 2000 in forza al Rende, sanzionato con l’ammonizione nel corso del vittorioso derby di lunedì sera con la Reggina. Nell’elenco ci sarebbe anche il centrocampista Santo Buda, ammonito senza essere nemmeno entrato in campo sabato scorso a Siracusa, ma il centrocampista classe 1998 della Cavese almeno una presenza in campionato l’ha collezionata, sia pure nella giornata d’esordio al “Pinto” contro la Casertana. Ed insieme a lui anche Emanuele Polverino, “dodicesimo” classe 1997 della Sicula Leonzio che ieri sera, pur assistendo dalla panchina all’incontro, ha collezionato la prima ammonizione stagionale nella gara con la Viterbese (è sceso in campo nelle prime due gare di campionato dei siciliani al posto di Narciso).

Ma che ci sia una “predilezione” da parte degli arbitri nei confronti dei portieri di riserva (magari quelli più semplici da… distinguere nelle panchine lunghe di serie C) sembra emergere anche da altri due “gialli” comminati fino a questo momento della stagione. E’ il caso di Davide Borsellini del Rende (la partita in questione è quella del “Fanuzzi” contro la Virtus Francavilla, ha giocato solo in Coppa Italia contro il Catanzaro) e Pasquale Musco, estremo difensore del 2001 in forza al Potenza, ammonito nel corso della vittoriosa trasferta della formazione lucana a Rende.

Oreste Cresci