Per la Casertana un punto e tanti fischi

floro.jpg
La rete di Floro Flores che sblocca il risultato (Foto Giuseppe Scialla)

Ancora una prova inconcludente dei falchetti che non vanno oltre il pareggio con la Vibonese, al termine la contestazione dei tifosi

CASERTANA – VIBONESE: 1-1

CASERTANA (4-3-1-2): Russo; De Marco, Blondett, Pinna, Zito; D’Angelo, Cigliano, Santoro (41’st Padovan); Vacca (12’st Romano); Floro Flores (19’st Alfageme), Castaldo. A disp.: Adamonis, Zivkovic, Ciriello, Lorenzini, Ferrara. All. Fontana.

VIBONESE (4-3-1-2): Mengoni; Finizio, Camilleri, Malberti, Tito; Obodo, Collodel (41’stFranchino), Scaccabarozzi (26’st Maciucca); Prezioso (41′ st Donnarumma); Taurino (23’st Ciotti), Bubas. A disp.: Viscovo, De Carolis, Cani, Melillo, Raso, La Gamba, Carrozza,  Di Santo. All. Orlandi.

Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza
Assistenti: Leonardo De Palma di Foggia e Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta

Reti: 11’pt Floro Flores (C), 5’st Prezioso (C)

Ammoniti: Finizio (V), Prezioso (V), Taurino (V), Mengoni (V)

Spettatori: circa 1000 di cui 13 provenienti da Vibo Valentia

Angoli: 7-2 per la Casertana
Recupero: 1°t 0′ – 2°t

Note: terreno di gioco irregolare e pesante per le fitte piogge cadute nel pomeriggio.

CASERTA – Complice il cattivo tempo che durante il giorno ha flagellato Caserta e le telecamere di mamma Rai che ha trasmesso la partita in diretta, il Pinto ha fatto registrare pochi spettatori, rispetto alle aspettative, per questo match tra Casertana e Vibonese posticipo della nona giornata di campionate, compagini unite non solo dai colori sociali ma anche dai diversi ex nelle fila degli ospiti, Finizio, Tito e Taurino. Dopo appena 6 minuti annotiamo la prima azione da gol della Casertana, al limite dell’area di rigore ospite viene messo giù il recuperato Castaldo, Floro Flores si incarica di battere il calcio di punizione abbastanza insidioso con la pronta respinta di Mengoni. Due giri di lancette ed è D’Angelo a mettere in difficoltà la retroguardia della Vibonese con un colpo di testa in tuffo, ma la difesa libera. Tanto tuonò che piovve, è proprio il caso di dirlo, e così all’11’ i falchetti passano in vantaggio con Floro Flores che approfitta di un’indecisione di due difensore della Vibonese dopo che l’esperto Obodo perde palla a centrocampo.  Il falchetto è bravo ad incunearsi tra i due, si impossessa del pallone entra in area e insacca sull’uscita di Mengoni. Giusto il tempo di esultare che gli ospiti vanno vicino al pareggio (13′), cross dalla trequarti dell’ex Finizio per Bubas la cui conclusione al volo viene deviata dall’attento Russo, pallone anche sui piedi di Prezioso che però conclude alto. Al 15′ cross di Scaccabarozzi ancora per Bubas il cui tiro si spegne sull’esterno della rete. Dopo la sfuriata della Vibonese, ferita dal gol di Floro Flores, Castaldo ancora sugli scudi al 22′, cross dalla destra di D’Angelo, l’attaccante arpiona il pallone lo mette giù e conclude al volo, Mengoni è attento e riesce a salvarsi in angolo. La Casertana capisce che non deve avere cali di tensione per non favorire l’iniziativa della Vibonese che, in ogni caso, dimostra di essere una buona squadra. Al 5′ della ripresa doccia fredda per la Casertana, arriva infatti il pareggio della Vibonese, cross dalla sinistra senza troppe pretese di Tito, il pallone sta terminando la propria corsa oltre la linea di fondo, Zito pensa bene di recuperare il pallone ma inavvertitamente serve Prezioso il cui tiro, non proprio irresistibile, passa sotto il corpo di Russo e finisce in rete. La Casertana tenta di reagire ma lo fa in maniera confusionaria prestando il fianco alle ripartenze pericolose della Vibonese. Bisogna aspettare la mezzora per annotare un’azione pericolosa della Casertana, dalla sinistra Zito per la testa del neo entrato Alfageme, ripescato da mister Fontana dopo tanta panchina, il colpo di testa dell’argentino lambisce il palo alla sinistra di Mengoni. Al 41′ mister Fontana tenta il tutto per tutto e manda in campo il terzo attaccante Padovan al posto di Santoro. Ma purtroppo per i colori rossoblù di Terra di Lavoro il risultato non cambia e al triplice fischio si scatena la contestazione dei supporter casertani che invitano i giocatori ad “andare a lavorare”, mentre applaudono i calciatori della Vibonese. A questo punto la situazione diventa davvero delicata e complicata e alle porte c’è la sfida di Castellammare di Stabia contro la capolista Juve Stabia. 

Pasquino Corbelli