Fontana mette in guardia i suoi: “Il Matera è in difficoltà ma non sarà facile”

PHOTO-2018-10-19-10-08-13
Il tecnico della Casertana Gaetano Fontana

Il tecnico della Casertana presenta il match di domani al “XXI settembre – Franco Salerno”: “Se qualcuno pensa che dopo cinque sconfitte sia una squadra allo sbando, si sbaglia” 

“Loro non stanno attraversando un periodo brillante e le insidie stanno proprio li, perchè alcune volte quando si osserva una squadra che vive un momento di difficoltà come lo vivono loro, inconsciamente si pensa che sia tutto semplice. Invece no, perchè abbiamo già pagato dazio noi da questo punto di vista (chiaro riferimento alle sconfitte con Rieti e Bisceglie ndr) quando abbiamo incontrato delle squadre ad inizio campionato in cui si pensava di poter fare un solo boccone e invece poi abbiamo lasciato tutto quello che c’era da lasciare. Quindi da questo punto di vista mi aspetto una continuità nell’atteggiamento, come l’abbiamo dimostrato nel secondo tempo contro il Catania dove c’è stata la voglia di riprendere la partita senza disunirsi e cercando di mettere in pratica quello su cui lavoriamo. Ecco vorrei vedere ancora una crescita sotto questo aspetto, per evitare che una scintilla possa accendere l’entusiasmo della squadra avversaria e possa metterci in difficoltà”.

E’ un Gaetano Fontana estremamente sereno, quello che presenta alla vigilia la gara di domani al “XXI settembre-Franco Salerno” di Matera, dove da un lato ci sarà un Matera reduce da cinque sconfitte consecutive e una Casertana reduce da sette punti nelle ultime tre gare. Fatta la premesse sulle insidie che può nascondere la gara, che sulla carta appare dall’esito scontato, il tecnico calabrese pone l’accento su quello che oggi è uno dei talloni d’Achille dei suoi e vale a dire il fatto di prendere sempre gol e passare in svantaggio. “Per un motivo o per un altro, riusciamo sempre a prendere gol e questo è un dato da iniziare a limare o cancellarlo perchè è sempre difficoltoso andare in svantaggio, anche se fino ad oggi quasi sempre siamo riusciti a riprendere la gara e a volte anche a vincerla, però mi piacerebbe ogni tanto vedere la squadra andare in vantaggio e gestirlo. Mi auguro che già da domani questo possa accadere, vorrei vedere maggiore attenzione laddove abbiamo pagato dazio”.

Inevitabile però non guardare la classifica e a quelle squadre che in questo momento sono davanti. “Noi dobbiamo fare la corsa solo su noi stessi, non dobbiamo guardare agli altri, perchè sappiamo da dove siamo partiti e come siamo partiti. E’ ovvio che la squadra in questo periodo sta crescendo e lo sto vedendo anche io durante gli allenamenti per ciu questa crescita deve essere manifestata durante la gara, ecco perchè la nostra corsa deve essere quella di ricercare quelle cose che ci stanno facendo migliorare, poi ovviamente abbiamo un obiettivo da raggiungere ed è giusto avere uno sguardo su quelle squadre che stanno davanti a noi e stanno facendo bene in questa prima parte di stagione. Però sono convinto che appena cresceremo a livello di compattezza e di squadra, avendo un potenziale importante da sfruttare diremo sicuramente la nostra”.

Chiusura con quella che è l’avversaria di domani e che si contrappone sulla strada dei falchetti. “Il Matera l’abbiamo visto a Cava de’ Tirreni martedì, abbiamo visto i video, le registrazioni e vi posso garantire che non ho visto una squadra abbattuta come dice la classifica o il momento che stanno vivendo. Se qualcuno pensa che dopo cinque sconfitte sia una squadra allo sbando, si sbaglia e dico assolutamente no, perchè ho visto una squadra che ha una sua idea, una sua organizzazione e ci sono giocatori importanti come Galdean, Scaringella, Triarico. E’ una squadra viva che fino a quando è stata in gara, come contro la Cavese, ha provato anche a riprenderla e questa è la dimostrazione – conclude il tecnico – che è una squadra che c’è e non dobbiamo commettere l’errore di sottovalutarla”.

Giovanni Fiorentino