Floro Flores salva i falchetti al 90′

floro flore.jpg

(Floro Flores, foto Scialla)

Giusto pareggio al Pinto tra Casertana e Catania, un tempo per parte ha sancito questo risultato

CASERTANA (3-5-2): Russo; Blondett, Lorenzini, Pinna; De Marco (27’st Padovan), D’Angelo, Vacca, Santoro (15’st Cigliano), Zito; Floro Flores, Castaldo. A disp.: Adamonis, Zivkovic, Ciriello, Ferrara, Mancino, Romano, Alfageme. All. Fontana

CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Esposito, Silvestri; Calapai (37’st Ciancio), Biagianti, G. Rizzo, Lodi (26’st Bucolo), Baraye; Marotta, Curiale (15’st Barisic). A disp.: Pulidori, Lovric, Angiulli, Scaglia, Brodic, Manneh, Vassallo, Rizzo. All. Sottil.

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara
Assistenti: Alessio Saccenti di Modena e Davide Baldelli di Reggio Emilia

Reti: 24′ Curiale (CT), 45’st Floro Flores (CE).
Espulsi: 44’st Esposito (CT) per doppia ammonizione
Ammoniti: Floro Flores (CE), Esposito (CT), Cigliano (CE)
Angoli: 5-4 per il Catania
Spettatori: circa 4000 di cui 2988 paganti compresa quota abbonati (nessun supporter proveniente da Catania per motivi di ordine pubblico, solo una decina arrivati da fuori regione)
Recupero: 1° tempo 0’ – 2° tempo 3’

Caserta. Un tempo a testa tra Casertana e Catania determina il risultato finale di 1-1, al gol di Curiale nel primo tempo fa eco la rete realizzata da Floro Flores al 90′. Dopo una fase di studio al 13′ si affaccia nell’area di rigore della Casertana Marotta che tenta di mettere il pallone tra il palo e il portiere ma è attento Russo a chiudere lo specchio. I padroni di casa che evidenziano un leggero predominio territoriale si fanno vedere dalle parti di Pisseri al 17′, calcio di punizione battuto da Pinna, colpo di testa di Blondett, ex di turno, il portiere respinge in angolo, ma l’azione viene vanificata del guardalinee che segnala un fuorigioco. Al 24′ solito scena vista e rivista, gli ospiti vanno in vantaggio. Calcio d’angolo battuto da Lodi sponda di testa di Silvestri per il colpo vincente di Curriale, sempre di testa, che supera Russo. La Casertana non riesce a reagire e a trovare il bandolo della matassa e subisce il Catania che con Lodi si fa pericoloso dalle parti di Russo ma la conclusione dell’etneo è alto sopra la traversa. Timida reazione dei padroni di casa al 32′, cross dalla sinistra di Zito sul quale non arriva Castaldo, la sfera però termina sui piedi di De Marco la cui conclusione è preda di Pisseri. Capovolgimento di fronte (33′) con uno scatenato Marotta che mette in movimento Lodi lasciato tutto solo dalla difesa rossoblù, buona l’intenzione dell’interno siciliano ma brovo Russo a distendersi e parare in tuffo. Al 38′ ancora pericoloso il Catania con Baraye che filtra sulla fascia sinistra e quasi dalla linea di fondo serve al centro per Marotta anticipato in angolo da Lorenzini. Nella seconda frazione di gioco la Casertana scende in campo con un altro piglio e in diverse occasioni tenta la strada del gol per cercare di pareggiare le sorti di questo incontro, ma vuoi per la difesa del Catania che per l’imprecisioni in alcune occasioni i tentativi falliscono. Al 24′ gran tiro da fuori di Pinna ribattuto dalla difesa etnea, i rossoblù vedono una respinta di braccio e protestano ma l’arbitro fa continuare. Al 31′ la Casertana passa ma l’arbitro annulla per un fallo di Lorenzini in attacco. Questa l’azione angolo battuto da Vacca sulla destra, colpo di testa di Blondett che colpisce la traversa pallone ancora in campo e mentre Blondett trafigge Pisseri con un tiro che passa tra le gambe dell’estremo difensore etneo, Lorenzini commette fallo al centro dell’area e l’arbitro fa riprendere il gioco assegnando un calcio di punizione per gli ospiti. Grossa occasione per raddoppiare per il Catania al 41′, Barisic si invola sulla fascia sinistra e serbe un ottimo pallone in area dove non arriva Russo e termina nella zona di Marotta che da ottima posizione goffamente non riesce a colpire il pallone. Al 44′ il Catania resta in dieci per l’espulsione di Esposito che commette fallo al limite dell’area ai danni di Castaldo, secondo giallo e via degli spogliatoi per il difensore. Sul seguente calcio di punizione arriva il pareggio della Casertana, batte alla sua maniera Pinna, il tiro forte non viene trattenuto da Pisseri e termina sui piedi di Floro Flores che ribatte in rete per il meritato pareggio. Tre minuti di recupero e arriva il triplice fischio di Camplone che sancisce il giusto pareggio tra Casertana e Catania.

Pasquino Corbelli