Catania: il “Pinto” è tabù per gli etnei

stadio.jpg

I siciliani non sono mai usciti vittoriosi dall’impianto di viale Medaglie d’Oro

Archiviata la “pratica Coppa Italia” (con delusione da parte di qualcuno, sollevamento da parte di altri), la Casertana è pronta a “rituffarsi” nel clima-campionato. Prosegue, quindi, l’avvicinamento alla partita col Catania che nel tardo pomeriggio di sabato sarà di scena al “Pinto”.

Gara non semplice per gli uomini di Fontana. Fatto sta che la “storia” sembra venire incontro ai falchetti: sono dieci le volte in cui le due formazioni si sono affrontate sul manto erboso del “Comunale”. Cinque i successi della Casertana ed altrettanti pareggi.

L’impianto di viale Medaglie d’Oro, quindi, è “tabù” per gli etnei sin dal 19 gennaio 1975, data del primissimo confronto tra le due squadre all’epoca guidate in panchina da Lodi e Rubino.

Piccola curiosità: nelle note di cronaca proprio di quel confronto della stagione 1974-1975 si legge “larga rappresentanza di sportivi catanesi arrivati con ogni mezzo. Inoltre pare che a Napoli sia stata graziosamente presa in… prestito la Bmw del fratello del presidente siculo“.

Redazione