Una Casertana caparbia batte il Catanzaro

castaldo.jpeg
La conclusione vincente dal dischetto di Castaldo (Foto Scialla)

I rossoblù passati in svantaggio con Maita trovano la vittoria con il duo Castaldo – D’Angelo

CASERTANA – CATANZARO:2-1
CASERTANA (4-4-2). Russo; De Marco, Rainone, Pinna, Zito; Romano, Cigliano (1’st Mancino, 43′ Ferrara), Vacca (31’st Santoro), D’Angelo; Floro Flores (20’st Alfageme), Castaldo. A disp.: Zivkovic, Adamonis, Ciriello, Matese, Padovan, Chiacchio, Squillante. All. Fontana.
CATANZARO (3-4-3). Golubovic; Celiento, Riggio, Signorini; Statella (38’st Iuliano), Maita, De Risio, Favalli (31’st Repossi); Giannone (17′ st Ciccone),  Kanoute (31’st D’Ursi), Fischnaller. A disp.: Elezaj, Mittica, Nicoletti, Figliomeni, Eklu, Nikolopoulos, Posocco,  Repossi. All. Auteri.
Arbitro: Simone Sozza di Seregno
Assistenti: Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Andrea Micaroni di Chieti
Reti: 28′ Maita (CZ), 31′ Castaldo (CE) rig., 16’st D’Angelo (CE)
Ammoniti: Rainone, Celiento, Mancino
Angoli: 4-1 per la Casertana
Spettatori: circa 2500 di oltre 120 provenienti da Catanzaro
Recupero: 1° tempo 1’ – 2° tempo 4’

Caserta. Mister Fontana per questo big match con il Catanzaro deve fare necessità virtù, assenti in difesa Lorenzini e Blondett per squalifica e Pasqualoni per infortunio, deve reinventare la difesa abbandonando il 3-5-2 delle prime tre gare di campionato e presentando un 4-4-2 con De Marco e Zito sulla linea difensiva, mentre in attacco propone per la prima volta titolare Floro Flores in coppia con Castaldo. Dopo una fase di studio in cui il Catanzaro guadagna un corner, sono proprio gli ospiti a rendersi pericolosi al 7′ con l’ex Giannone che dal limite dell’area serve in corridoio Fischnaller che viene anticipato dall’uscita di Russo. Al 12′ la Casertana cerca di reagire con Floro Flores che servito da Vacca si trova a tu per tu con il portiere ma è in posizione di fuorigioco. Dopo due minuti Zito cerca di liberarsi in area ospite interviene ancora Floro Flores che con un preziosismo si porta in pallone in avanti ma la conclusione è alta. 17′ Catanzaro vicino al gol, calcio di punizione battuto dalla sinistra da Giannone, interviene di testa ancora Fischnaller che chiama Russo alla parata in due tempi. Il gol è solo rinviato di pochi minuti, è il 28′ quando Giannone si incarica di battere un calcio di punizione ribattuto in area da Pinna il pallone finisce sui piedi di Maita che batte di prima intenzione con il pallone che si infila all’incrocio dei pali. C’è la reazione dei padroni di casa che attaccano con Floro Flores (30′) che è fermato in area da un tocco di mano di Signorini, l’arbitro non ha esitazioni e assegna il calcio di rigore per la Casertana trasformato da Castaldo (31′) che porta di nuovo il risultato in parità. Nel minuto di recupero concesso dall’arbitro Sozza la Casertana ha l’occasione per portarsi addirittura in vantaggio con Floro Flores che servito da Castaldo si presenta minaccioso dalle parti di Golubovic bravo ad aspettare la conclusione dell’attaccante rossoblù e a respingere con la mano aperta. Nella ripresa mister Fontana presenta Mancino al posto del giovane Cigliano con il chiaro intento di dare maggiore pressione nel reparto avanzato. Ma è il Catanzaro che si rende ancora pericoloso, è l’11’ cross di Favalli al centro dell’area velo di Fischnaller per la conclusione di Kanoute sulla quale Russo si supera e in volo plastico mette in angolo. Risposta della Casertana che trovo il gol del vantaggio al 16′ azione manovrata da Castaldo che smarca in area D’Angelo il quale con un tocco da sotto mette fuori causa Golubovic per il raddoppio dei falchetti. C’è la reazione del Catanzaro che al 18′ mette i brividi alla retroguardia della Casertana che con Statella da l’impressione del gol ma il pallone colpisce l’esterno della porta difesa da Russo. Catanzaro ancora pericoloso al 30′ su palla inattiva, calcio di punizione battuta dal nuovo entrato Ciccone, il suo rasoterra supera la barriera ma non Russo che para a terra. L’arbitro concede 4’minuti di recupero e al 48′ gli ospiti vanno ancora vicino al gol con Iuliano ma la sua conclusione da buona posizione conclude alto sopra la traversa della porta di Russo. Il triplice fischio del direttore di casa è una liberazione per tutti con la Casertana che torna alla vittoria dopo le due sconfitte consecutive di Rieti e Bisceglie.

Pasquino Corbelli