Fontana: “ bisogna guardare anche il lavoro svolto in settimana”

Il diesse esalta Fontana confermandolo fino al 30 giugno

È poi la volta del tecnico della Casertana Gaetano Fontana, accompagnato in sala stampa dal Consulente sportivo Aniello Martone. Proprio il DS rompe il ghiaccio difendendo il tecnico dai rumors degli ultimi giorni. “Come c’ho messo la faccia dopo Rieti, ce la metto pure stasera. Prima degli allenatori e dei calciatori io scelgo gli uomini e questa è la vittoria di Fontana. Da qua il mister non si muove fino al prossimo 30 giugno”. Prende poi la parola il mister rossoblu. “Al di là del sistema di gioco la cosa fondamentale è l’atteggiamento. I ragazzi hanno compreso bene quella che è la categoria e quello che la categoria richiede. Se abbiamo lo stesso atteggiamento degli altri, riusciamo a fare bene”. Fontana poi torna sui dibattiti che hanno tenuto banco durante i post gara di Rieti e Bisceglie. “Si guarda troppo spesso solo la punta dell’iceberg, dimenticandosi del lavoro che c’è in settimana e che è la cosa più importante. Ci tengo a dirlo perché la squadra l’ho avuta cinque giorni prima del campionato. Non li ho mai allenati e quando li ho incontrati non erano in condizione. Oggi ad esempio ho rischiato Floro Flores. Infine non ho mai visto nessuno vincere i campionati dopo tre giornate”. Proprio le due sconfitte consecutive hanno provocato questo cambio di atteggiamento nei suoi uomini: “se non avessi visto cambiamenti questa sera, allora avrei creduto di avere alieni davanti a me. In questo momento il Catanzaro è più avanti di noi sia a livello fisico che a livello tecnico. Siamo stati bravi a ribaltare la partita e questo è sintomo del buon lavoro fatto”. Tre gare in pochi giorni hanno messo in difficoltà il tecnico che ammette: “questa settimana non l’ho vissuta. Tre gare in cinque giorni non mi hanno dato il tempo di preparare nulla. Ci siamo allenati in spogliatoio”. Conclude poi svelando il retroscena sulla sostituzione di Mancino e puntando il focus sulla prossima trasferta. “Ho sostituito Mancino per guadagnare tempo e coprirmi con Ferrara. Francavilla? Conoscendoci possiamo fare cose importanti, ma abbiamo troppo poco vissuto insieme. Dopo 7 giorni di apnea mi riposo e da domani penso alla prossima gara”.

Oreste Cresci