Resa incondizionata a Bisceglie

foto bisceglie.jpeg

Dopo lo stop di Rieti altra sconfitta per la formazione rossoblù. Castaldo sbaglia un rigore

BISCEGLIE – CASERTANA: 2-1

BISCEGLIE (3-4-3). Crispino; Maestrelli, Markic, Maccarone (17’st Calandra); Longo, Onescu, Toskic, Jakimoski; De Sena (40’st Risolo), Scalzone (10’ st Giacomarro), Starita.  A disp.: Addario, Antonicelli, Beghdadi, Bottalico, Camporeale, Messina, Raucci, Sisto. All. Ginestra.

CASERTANA (3-5-2). Russo; Rainone, Lorenzini, Pinna; De Marco, D’Angelo, Vacca (26’st Romano), Ferrara (10’st Zito), Mancino (15’st Alfageme); Padovan (15’st Floro Flores), Castaldo. A disp.: Zivkovic, Ciriello, Cigliano, Santoro. Adamonis. All. Fontana.

Arbitro: Mario Vigile di Cosenza

Assistenti: Giuseppe Perrotti e Antonio Severino entrambi di Campobasso

Reti: 7’pt Rainone (B) aut., 33’st Starita (B), 49’st Floro Flores (C)

Espulso: 24’st Lorenzini (C)

Ammoniti: Giacomarro (B), De Marco (C).

Angoli: 0-5 per la Casertana

Spettatori: circa 500 di cui 94 provenienti da Caserta

Recupero: 1° tempo 1’ – 2° tempo 5’

Note: al 28’ Castaldo (C) sbaglia un calcio di rigore. Al 18’ l’arbitro allontana dalla panchina un dirigente del Bisceglie.

BISCEGLIE. Mister Fontana per questa seconda trasferta consecutiva, si gioca al “Gustavo Ventura” di Bisceglie, propone ancora dei cambi rispetto alla sconfitta patita a Rieti. Di nuovo fuori Alfageme per Padovan, Ferrara per Zito, Mancino per Romano, mentre rientra in difesa capitan Rainone, che ha scontata la squalifica e rileva Blondett, appiedato a sua volta dal giudice sportivo per tre turni per il “fattaccio” di Rieti.

Pronti via e dopo 7’ il Bisceglie è in vantaggio grazie ad un autentico regalo della difesa della Casertana, De Marco nella propria area rinvia e colpisce in pieno la schiena di Rainone, il pallone rincorso da Russo finisce in fondo al sacco tra lo stupore generale. La reazione rossoblù è alquanto sterile e non riesce ad impensierire la retroguardia pugliese. Al 21’ per la prima volta i falchetti si fanno vedere dalle parti del casertano Crispino (il portiere di casa è nato a Orta di Atella) con Lorenzini che colpisce di testa su angolo calciato da Pinna ma l’estremo difensore para senza difficoltà.

Al 28’ grossa occasione per la Casertana per agguantare il pareggio, corner battuto da Pinna, in area Longo trattiene D’Angelo e l’arbitro a due passi decreta il penalty. Sul dischetto si porta lo specialista Castaldo che spiazza Crispino ma il pallone finisce la propria corsa sul palo. Brividi per la Casertana al 42’, Lorenzini perde palla a centrocampo rubata da Scalzone che si invola tutto solo verso Russo inseguito vanamente dal difensore, appena dentro l’area fa partire un tiro che termina fuori. Dopo un minuto di recupero tutti negli spogliatoi per il riposo e non solo, almeno per quanto riguarda i giocatori della Casertana.

Ripresa. Al 3’ timbra il cartellino Pinna che su calcio di punizione impegna in due tempi Crispino. Al 6’ vicino al gol la Casertana con De Marco che dopo un batti e ribatti in area riesce a concludere verso la porta di Crispino ma sulla linea interviene Maccarone che si salva in angolo. La Casertana appare sicuramente più reattiva in questo secondo tempo, al 13’ rimessa laterale battuta da Zito, la difesa di casa non interviene e la sfera arriva a Castaldo che tenta la conclusione respinta dal portiere, palla che arriva a Padovan che tenta la rovesciata che termina a lato. Ancora gli ospiti pericolosi al 19’ con un tiro a botta sicura di D’Angelo a pochi metri dalla porta ma Crispino si supera e para proteso in tuffo. Al 24’ De Marco sbaglia un cross in area, il pallone viene catturato da Rainone che lo perde e viene messo in movimento Starita su di lui è in vantaggio Lorenzini che però viene superato e mette giù l’attaccante, fallo da ultimo uomo e rosso per difensore.

Sul seguente calcio di punizione (26’) Toskic disegna una traiettoria precisa che si stampa all’incrocio dei pali con Russo proteso in tuffo. Il raddoppio è solo rimandato di poco, arriva infatti al 33’, scontro al limite dell’area tra Pinna e De Sena, il pallone finisce sui piedi di Starita che non ha difficoltà a battere Russo con un preciso diagonale. Sul raddoppio del Bisceglie i 94 tifosi arrivati da Caserta lasciano la curva in segno di protesta.

Al 4’ minuti di recupero dei 5 concessi dal direttore di gara, Floro Flores trova il gol con un collo piede che supera Crispino che nulla può fare in questa occasione. Dopo tre giornate, quindi, solo tre punti per la regina del mercato, davvero pochi… viene da chiedersi se i sacrifici operati dal presidente D’Agostino siano già vanificati. E sabato al Pinto (ore 18.30) arriva il Catanzaro, altro brutto cliente.

Pasquino Corbelli