Casertana, sfida inedita col Rieti

alfageme.jpg
La rete di Alfageme nella gara disputata a Rieti contro la Lupa Castelli (Foto Giuseppe Scialla)

Centro d’Italia: oggi l’ufficialità delle “porte chiuse”

“Meno due” alla seconda giornata di campionato: la formazione rossoblù del tecnico Fontana sarà di scena nella serata di sabato (fischio d’inizio della giacchetta nera peloritana Santoro alle ore 20,30) a Rieti contro gli amaranto-celesti padroni di casa in un confronto del tutto inedito nella storia delle due squadre.

Fatto sta che in una occasione la Casertana ha già calpestato il manto erboso dell’impianto “Centro d’Italia” intitolato dal 2005 a Manlio Scopigno, ex calciatore del Rieti ai tempi della serie B e tecnico del Cagliari campione d’Italia nel 1969-1970.

La gara in questione è Lupa Castelli Romani-Casertana valida per la ventinovesima giornata di Lega Pro 2015-2016: l’incontro, disputato il 2 aprile 2016, si concluse con il successo dei falchetti col risultato di 2-1. Vantaggio casertano con Negro direttamente su calcio di rigore nel recupero del primo tempo e raddoppio di Alfageme ad inizio ripresa su assistenza di Giannone. Al 54′ la realizzazione del laziale Mastropietro che fissa il risultato.

Da Rieti, intanto, oggi dovrebbe arrivare l’ufficialità delle “porte chiuse” per la gara con la Casertana: il tutto dopo il sopralluogo effettuato nella mattinata di ieri che ha fatto nuovamente emergere il ritardo nello stato di avanzamento dei lavori di adeguamento della struttura reatina. Per il Rieti se ne riparlerà sabato 29 quando è in calendario la gara interna con la Cavese.

Redazione