Arriva Modica, la Casertana “tocca ferro”

modica

Il precedente al Pinto del 1987 del tecnico della Cavese non è positivo per i falchetti

Sarà la Cavese, quindi, il primo avversario della Casertana nel campionato di C 2018-2019. La formazione metelliana è allenata da Giacomo Modica, cinquantaquattrenne allenatore di Mazara del Vallo, lo scorso anno alla guida del Messina.

“Discepolo” di Zeman e fedele ai suoi dettami tattici, l’ex calciatore siciliano è una vecchia conoscenza del pubblico casertano magari un po’ più avanti negli anni.

Per lui il precedente di rilievo al “Pinto” risale alla giornata d’esordio del campionato di C1 1987-1988 con la maglia del Licata. Da un lato la Casertana di Franco Liguori “regina” del mercato estivo con gli arrivi, tra gli altri di D’Ottavio, Maragliulo, Pancheri ed il ritorno di Casaroli. Dall’altro i gialloblù di Aldo Cerantola, orchestrati a centrocampo da Giacomarro e Modica, che otterranno al termine di quella stagione una storia promozione in serie B a dispetto di tutti i pronostici.

Il risultato per i falchetti fu oltremodo deludente: 0-2 in favore del Licata grazie ad una doppietta proprio di Modica in rete nelle battute conclusive sia del primo che del secondo tempo. L’incontro, inoltre, ebbe uno strascico disciplinare a causa di una solitaria invasione di campo al 73′ con tentativo di aggressione all’assistente arbitrale lato Distinti sventata all’ultimo momento sia dalla prontezza di riflessi del guardalinee che dall’intervento di Mimmo Rossi, dirigente accompagnatore della Casertana. La conseguenza una giornata di squalifica del “Pinto”.

Redazione